accedi   |   crea nuovo account

Sei qui

Un battito affine,
da quanto non lo sentivo?
Sai far crescere fiori nel mio buio cuore.
Sai far crepare
il guscio della mia anima
affogandola di luce.
Ti aspettavo da tanto.
Non lasciare la mano,
stringila.
So che per te sono pronto,
accetta le mie incertezze,
troveranno pace nel tuo abbraccio.
Sconfiggi le mie paure,
ti prego.
Mi basta averti qui,
e capisco cosa vuol dire volare.
Se sono sbadato scusami,
ma non sono abituato
a convivere con questo amore
che mi sento sbocciare dentro.
Ascolta la musica del mio cuore,
è solo per te.

 

3
4 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • senzamaninbicicletta il 03/02/2012 15:03
    "non sono abituato a convivere con questo amore" già in questi versi c'è tanta poesia poi nell'intero sai esprimere in modo romantico l'eccesso verso l'altra con grazia e garbo senza appesantire la poesia. Bravo molto piaciuta

4 commenti:

  • Mara il 03/02/2012 17:06
    Quando l'amore in passato ci ha fatto del male ci fa paura. Ma nell'abbraccio di un cuore dal "battito affine" svanisce ogni timore. Mi è molto piaciuta la tua poesia.
  • Ada Piras il 03/02/2012 14:21
    È una poesia d'amore bellissima... romanticismo ma anche passione... Bravissimo.
  • sara zucchetti il 03/02/2012 14:15
    Molto bella! È dolce e mi è piaciuta tanto. Bellissimo il finale
  • Alessandro il 03/02/2012 14:03
    Solo lei riesce a infrangere il guscio, a rimettere in moto il cuore. Una musica in suo onore, quindi. Ottima

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0