PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Di me

Una volta mi trovavano le parole.
Mi sorprendevano
al caldo del tuo respiro.

Ora sono cosi perso
nel mondo di noi.
Le parole
mi toccano
senza trovarmi.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

10 commenti:

  • rainalda torresini il 23/04/2012 20:18
    anche io mi sono persa nel tuo mondo di parole, ma se sei perso nel mondo "di noi"le parole si riposano. solo quando si è infuocati d'amore o di odio si trovano le parole giuste che arrivano come pioggia benefica... o sbaglio?
  • giusi boccuni il 25/03/2012 19:21
    Sono senza parole...
  • augusto villa il 14/02/2012 22:33
    Vabbè... e meno male che non ti trovano...
    Bella, semplice e intensa.. Complimenti!!! --
  • Giuseppe ABBAMONTE il 05/02/2012 07:41
    Spinto dal commento di Giacomo (sempre attento e profondo) provo a dare un'interpretazione, che tuttavia solleva più dubbi di quante sono le certezze che riesce ad individuare.
    Innanzitutto il cambiamento di situazione: il passaggio da un amore che protegge grazie al caldo del "tuo" respiro, ad uno in cui ci si perde. Un'evoluzione o un'involuzione? Il dubbio resta. Senza dubbio un sentimento che cresce di intensità, al punto da divenire così forte da non poterlo più dominare.
    E così viene meno la capacità di ricevere le parole: parole con cui gli altri cercano il protagonista o quelle con cui questi vorrebbe esprimere agli altri i propri sentimenti? Anche questo dubbio rimane irrisolto.
    Una bella composizione. Che sollecita la riflessione e che ognuno può leggere in maniera diversa. Ma comunque con piacere.
    Buona Domenica
    Giuseppe
  • - Giama - il 04/02/2012 13:57
    Caro Nicola, mi sa che qui devi proprio aiutarmi...

    Apparentemente una poesia d'amore e forse lo è, ma a chi sono rivolte queste parole?

    Si tratta senza dubbio di un rapporto, in primo luogo con sé stessi, ma non solo, perchè emerge la presenza forte di qualcuno da quel respiro caldo; potrebbe essere il respiro di una persona o piuttosto è il proprio respiro...

    e se fosse il respiro della Poesia, l'ispirazione che conduce a trovare nelle parole anche sé stessi?

    Attendo con ansia!

    Grande Nicola!

    ciao
    Giacomo
  • Anna Rossi il 03/02/2012 23:38
    pochi versi. bellissimi, profondi.
  • Ada Piras il 03/02/2012 21:09
    Che bella... il mondo di noi.. dove non c'è più bisogno di parole.
    Bravissimo.
  • karen tognini il 03/02/2012 21:03
    Bellissima... le parole come una danza nel tempo...
  • loretta margherita citarei il 03/02/2012 20:32
    bello rileggerti apprezzatissima
  • Giuseppe Tiloca il 03/02/2012 19:49
    Molto emozionante, situazioni in cui passiamo, in cui ci perdiamo, in cui qualcuno ci riporta sulla strada, ci tocca, come le parole toccarono prima.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0