PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Sono uscito fuori. Posso sentire

Uscii fuori.
Freddo.
Lontano case
fumarono calore
stetti bene il vento sferzò.
Tremiti, tulipani
fumo dalla mia bocca
uscì
lontano cuori gelidi
colmi di cicatrici
sofferenti
fossi stato più presente,
meno dell'abbandono datomi.

L'unico tra i tanti andò via
cuore mio immenso
immerso in neve
non più bianca.

Cantai la gioia
Fui felice
Sprofondai, in abissi
nessuno mi acchiappò
mi lasciò andare
via.

Lontano versi di poeti sciocchi
colmarono la loro vita di tanto sentimento
amore fu dove avemmo bisogno.

 

3
3 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 10/02/2012 15:03
    qui ti sei superato! Di una maturità unica!!!

3 commenti:

  • Dolce Sorriso il 03/02/2012 22:19
    bravo Giu, mi ha catturato questa tua bella poesia, sei un crescendo di emozioni... bravo!!!
  • loretta margherita citarei il 03/02/2012 20:30
    molto apprezzata, anche se i primi versi non sono armonici, complimenti giuseppe
  • Elisabetta Fabrini il 03/02/2012 20:00
    "Amore fu dove avemmo bisogno"... bellissimo verso...
    Bravissimo!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0