PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Ancora è inverno

lastre di ghiaccio
levigato e duro
schiacciano le case
sotto i tetti bianchi,

su strade imbiancate
figure evanescenti
vanno in silenzio
seminando la neve uniforme
di tangibili orme.

Freddo.
L'avida gola del camino
inghiotte
le monachine a frotte
nate con crepitio sommesso
dai vecchi nodosi ciocchi.

Le vitree pareti della finestra
stillano rugiada...

Osservo angosciata
la furia del gelo
abbattersi sui verdi germogli
dei rosai
e mi si stringe il cuore.

Ripiombo nel senso di tristezza
che la speranza allontana
...

M'appare la primavera un sogno
irraggiungibile, lontana,
complesso miraggio di fatamorgana.

 

9
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • Vincenzo Capitanucci il 05/02/2012 18:34
    Bellissima L'Or... seminando uniformi di neve... a tangibili ombre..
  • Don Pompeo Mongiello il 05/02/2012 16:54
    Molto apprezzata e piaciuta questa tua come al solito eccezionale!
  • Giuseppe ABBAMONTE il 05/02/2012 11:40
    Ciao Loretta
    sarà che mi trovo a Roma in questi giorni in cui siamo bloccati in casa dalla neve, sarà che hai come sempre un tocco immaginifico, che concretizza le cose che descrivi, ma il risultato é che mi sento totalmente calato nella tua ultima strofa: la primavera mi appare davvero irraggiungibile e un miraggio.
    Un abbraccio
    Giuseppe
  • Vilma il 05/02/2012 10:26
    non ho parole per commentare, è bella
  • laura marchetti il 05/02/2012 10:13
    putroppo ancora si... ma la tua poesia lo vince
  • karen tognini il 05/02/2012 09:25
    Intrisa di gelata tristezza... ma poi dai Lor... arrivera' primavera...
    Brava...
  • roberto caterina il 05/02/2012 08:42
    bella, loretta... le monachine (angelo silvio novaro?), il ghiaccio, il silenzio, tutte cose belle nell'angoscia delle rose, da coprire, mi raccomando, in attesa di una primavera ancora lontana..
  • anna rita pincopallo il 05/02/2012 08:30
    molto bella bravissima
  • John Barleycorn il 05/02/2012 06:56
    Quando cade la tristezza in fondo al cuore come la neve non fa rumore...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0