PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il Libro della Vita è senza fine

Leggere
dentro di noi
silenziose pagine di vita
catturate dalla mente
sotto forma di pensiero

l'io pensato
non è il mio vero me

non ha mani per abbracciare la vastità del Tuo corpo

Lascerò l'ultima riga

senza un punto
di distinta interruzione

a infiniti spazi

lasciati in bianco

da un magistrale spunto
d'Amore

le stelle si riflettono senza estinzione in ogni filo d'erba recitando continuamente il Tuo nome

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

10 commenti:

  • mariateresa morry il 18/02/2012 11:55
    Trovo questa tua, una vera grande preghiera... mi piace pensarla rivolta a Dio, davvero ci sta tutta come preghiera.. anche per la connessione immensità-uomo. Il verso più pregiato, a mio parere, è " L'IO PENSATO NON È IL MIO VERO ME". Qua c'è un mare di filosofia, quella con la F maiuscola.. se mi è permesso il confronto, Vincenzo, tu sei come un ottimo vino!!
  • Alessandro il 06/02/2012 18:11
    La vita come un libro, in cui gli spunti d'amore, indescrivibili a parole, lasciano immensi spazi bianchi. Piaciuta molto
  • - Giama - il 06/02/2012 00:17
    wow, splendida anche questa!
    è l'ultima per questa notte...
    comesi dice: dulcis in fundo
    mi porto sul cuscino la tua chiusa...

    grande!
    ciao ciao
  • vasily biserov il 05/02/2012 18:05
    bellissima Vincenzo, non mettiamo ma poi punti semmai virgole tra gli attimi!!
  • Don Pompeo Mongiello il 05/02/2012 16:50
    Un laudo dovuto per questa tua eccezionale davvero!
  • Anonimo il 05/02/2012 14:17
    Questa è poesia d'amore, ragazzi... perchè non c'è un Capitanucci femmina che mi dedica tutte queste poesie'... io so perché... sarei già morto di gioia... ciaociao, Capitain... la nave è pronta, salpiamo?.
  • Anonimo il 05/02/2012 13:35
    Vincé, le stelle sono gli unici viventi che riescono a leggere, perpetuare e riflettere l'amore infinito!
    L'uomo legge e non comprende, riflette ma il suo specchio cerebrale è deformante.
    Il tuo pensiero poetico-filosofico è stupendo!
  • Luca il 05/02/2012 12:36
    Bella è dire poco... complimenti
  • Elisabetta Fabrini il 05/02/2012 12:05
    Bellissima... sei speciale Vi.. ma ormai lo sappiamo bene!
    Buona domenica!
  • karen tognini il 05/02/2012 11:54
    ... sono punti di sospensione.. perche' l'eterno Amore non ha un punto definitivo...
    senza parole Vincenzo...
    una miriade di stelle di emozione...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0