accedi   |   crea nuovo account

A mani nude

A mai nude
ho sparso parole
che profumavano di me
sperando di arrivare al tuo cuore

Mai, avrei pensato
trovarti si ruvido
verso quest'amicizia
vera e sincera,
perchè ne ha passate tante
e per questo più profonda.


Non hai capito e solo pensato
che nella tua vita volessi interferire.
Non gettarla a terra
frantumandola in mille pezzi.

Non sai che ogni sorriso
ne richiama altri
e come mosaico... ricostruisce?

... e anche questa notte
come l'onda di risacca
l'attesa mi scaverà dentro
e sarà ancora
come averti addosso.

Non lasciare
che io mi guardi allo specchio,
che mi vomita addosso
per questo...

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • cristiano comelli il 07/02/2012 18:11
    Sicuramente una buona poesia, fermo in modo particolare nella mente e nel cuore un verso: "non sai che ogni sorriso ne richiama altri?". C'è proprio l'essenza dello scoprirsi negli altri felicità per rendersi a questi stessi altri felicità potenziata rispetto a quella che avevamo in precedenza. E rendersi felicità significa, credo, scoprire gradualmente l'infinito dell'amore. Cordialità.
  • tylith il 07/02/2012 11:31
    A mani nude come, ad intendere, senza protezione alcuna e senza paura mi accingo a spargere parole temendo che tale gesto possa non essere compreso, ma passo oltre e decido di proseguire senza difendere le mie mani in alcun modo, forse così esse potranno arrivare prima al cuore.
    Le mani nude permettono di sentire su di esse tutte le sensazioni e la prima che esse incontrano è la ruvidezza e la chiusura dell'altro che, nonostante l'amicizia che li ha legati, rimane chiuso allontanandosi per non permettere alle mani di raggiungerlo.
    La poetessa si preoccupa che la vita della persona da lei "cantata", possa rompersi, andando in mille pezzi, se solo lui decidesse di buttarla per terra, di buttare via metaforicamente anche il suo tentativo di dissuaderlo.
    La similitudine tra sorriso e mosaico, dona la giusta intensità che merita un tentativo a dir poco "estremo" di cercare di convincere l'uomo della sua sincera amicizia e di un affetto che non vorrebbe che in alcun modo esso interferisse con la sua vita. Il verso successivo, molto drammatico, descrive lo stato d'animo della donna in balia completa delle onde che con il loro andirivieni formano una risacca sempre più profonda tanto da farle sentire la sensazione di non potersi muovere, come quando in passato, il corpo di lui pesantemente la copriva. La citazione all'atto sessuale qui è velata ma significativa emotivamente, la donna non rimpiange ciò che è stato ma lo evoca con uno sguardo che riesce ad esternarsi.
    E poi la chiusa, in cui c'è una vera e propria supplica, quasi un grido di aiuto, in cui lei chiede che lui si palesi per evitare che lei possa rivedere nello specchio, magari, un passato che li ha visti felici e vuole, con tutta se stessa, evitare che nel rivedere tale immagine lo specchio si "rivolti" vomitandole addosso tali visioni.
    Davvero un componimento struggente, che mi ha toccata. Scusa se mi sono dilungata così tanto ma ho voluto proprio assaporare ogni strofa dedicandogli il tempo che, secondo me, questa poesia merita.

15 commenti:

  • Anonimo il 21/02/2012 15:37
    "non sai che ogni sorriso ne richiama altri" ...
    Poesia davvero intensa, arriva al centro del cuore e si riposa.
  • vittorio luciano banda il 10/02/2012 18:04
    toccante.. intensa e piena.
  • mauri huis il 09/02/2012 08:15
    Intima e tormentata, appassionata e coinvolgente descrizione di una delusione. Bella la poesia, forza e coraggio all'all'autrice. E quello specchio... forse è meglio che lo rompi!
  • Cinzia Gargiulo il 08/02/2012 19:48
    Una poesia sull'amicizia che condivido pienamente.
    La trovo intensa e ben scritta con metafore suggestive.
  • Anonimo il 08/02/2012 12:36
    Scrivi veramente bene, Anna. Complimenti.
  • - Giama - il 07/02/2012 23:57
    Splendida, scritta come sempre benissimo, ottime metafore...
    una dedica, ma lascia il ssapore di una leggera introspezione...

    Bravissima!
    ciao ciao
  • stella luce il 07/02/2012 16:06
    versi davvero ricchi di significato, tutti pienamente condivisi... poesia dedicata all'amicizia quella vera e sincera molto difficile da trovare... forse per questo la paura di perderla arreca tanto dolore
  • Vilma il 07/02/2012 15:45
    ... elemosinando per paura di perderla...
  • Vilma il 07/02/2012 15:20
    per quanto riguarda l'ultimo verso, è come dice Tylith... ma intendevo anche che in un certo senso sto quasi elemosinando questo affetto, e forse non dovrei farlo ed è anche per questo che lo specchio mi vomita addosso...
    Ho scritto ciò che sento, con il cuore... perchè sono convinta che una bella amicizia ci possa essere ed in certi casi forse è più forte, basta solo aprire il cuore e capirsi
  • Alessandro il 07/02/2012 15:15
    Parole profumate che però vengono ruvidamente rigettate. Molto apprezzata.
  • Gianni Spadavecchia il 07/02/2012 10:07
    A mai nude
    hai dimenticato la N. Bella^^
  • loretta margherita citarei il 07/02/2012 09:49
    tristezza per un'amicizia non ricambiata, molto apprezzata
  • Anonimo il 07/02/2012 09:39
    Una dedica a forti tinte... nei rapporti umani la sensibilità è anche vulnerabilità... ma bellezza interiore... ed io la preferisco. ciaociao, bella poesia.
  • Elisabetta Fabrini il 07/02/2012 09:33
    Mi sono sentita dentro questa poesia... sembra scritta per me... bellissima, complimenti...
  • karen tognini il 07/02/2012 09:10
    Bellissima Vilma.. a mani nude.. e cuore...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0