accedi   |   crea nuovo account

Giardino segreto

Il cupo infrangersi dei marosi sugli scogli
tormenta l'animo inquieto,
rimbomba fra gli anfratti della mente intorpidita,
spezza il filo esile della dubbiosa esistenza.
Rifugiarsi è d'obbligo allora in un giardino segreto,
rivedere le dolci immagini di una natura amica,
farsi cullare dal lento ritmo della risacca.
Fauni danzanti emergono dall'oscurità,
sorrisi antichi si aprono a squarciare il velo del silenzio,
gli occhi vedono oltre le immagini,
suona una musica senza strumenti
in questo mondo che è in noi.

 

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0