accedi   |   crea nuovo account

Tempo d'ansia

ieri, era il primo giorno fuori casa,
oggi osservo il tempo che non riesco a vedere,
tempo svanito assaporato
attimi vissuti in preda all'ansia,
trascorsi con l'animo disposto alla vita.
Vita che tanto ti ha promesso e poco si è concessa,
la contabilità apparente positiva,
ti costringe a riflettere
per tamponare le lacune velate
e non conteggiate
per camuffare la sconfitta
e simulare una vittoria
che non gratifica
ma che invece umilia
il tuo io orgoglioso. -

 

3
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Anonimo il 23/02/2012 18:45
    complimenti agostino mi piace la tua profonda riflessione e come l'hai descritta... vai avanti caro amico...
  • mariateresa morry il 22/02/2012 07:57
    E se tutto il problema ruotasse attorno all'ultimo verso? L'" io orgoglioso?"... che non ci fa proprio vedere appieno quadro e cornice? Comunque la poesia e le riflessioni che le ruotano attorno mi sono piaciute!
  • gina il 20/02/2012 12:44
    Ogni resoconto di vita ha le sue lacune, le sue sconfitte, ma anche le sue piccole vittorie e gioie, è un bicchiere, lo vedrai mezzo pieno o mezzo vuoto??

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0