accedi   |   crea nuovo account

Padre Pio

Dopo tante nubi scure,
finalmente la speranza
di un cielo sereno.
Come un ululato di un lupo
ecco un'altra dose di veleno.
Disperazione, mi lascio andare
senza più reagire.
Davanti allo schermo, inerte,
un immagine scorre veloce,
frazioni di secondi...
Padre Pio, perché sei lì?!!
Non sei in sintonia
in uno show di canzonette,
scheck e barzellette!
Chiedo, mi informo
nessuno a visto niente,
l'immagine l'ha vista
solo la mia mente.
Ho sentito la sua voce:
"Non temere, ti aiuto io,
credi in me e credi in Dio!"
La paura, dissolta,
l'angoscia, svanita,
saprò affrontare anche
questa nuova salita!

 

0
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 15/05/2014 00:39
    Padre Pio l'avevano perseguitato abbastanza le strutte ecclesiastiche e l'avevano anche sospeso a divinis con accuse innaturali (hai fatto bene Pio ad andare per la tua strada). Non credo alla santità preconfezionata negli studi vaticani. Ma questo uomo ha fatto qualcosa di grande trasformando una pietraia in un ospedale e dando lavoro a tante persone. Ecco un vero miracolo che serve anche al popolo e non solo al Vaticano SpA.

2 commenti:

  • Terry Di Vetta il 10/04/2012 17:00
    Sana ironia, però io ci credo: "credo"!
  • Antonio Balia il 10/04/2012 12:11
    Dio mio, quanti scherzi imprevisti e imprevedibili combini!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0