accedi   |   crea nuovo account

Celesti nostalgie

non da tregua il freddo...
illusioni di pallido sole
poco rincuorano il cuore.

Davanti al camino acceso
scaldo la sera
sorseggiando un pastoso
vin brulè di ricordi, memorie
dei tuoi ardenti baci,
che ancora sulle labbra sento,
stordendomi.

Mi ubriaca ancora l'eco
delle tue dolci
parole d'un tempo...

Sei stato un grande, immenso amore,
mi duole averti perso...
manchi al cuore,
alla mia anima.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Auro Lezzi il 09/02/2012 18:55
    Una nostalgica poesia.. Scritta solo col cuore.. Che soffre.

13 commenti:

  • claudio meazzi il 13/02/2012 18:12
    Struggente di malinconie e nostalgie
    dove la vita si ferma in una nota
    senza tempo. Brava LORETTA!
  • Anonimo il 10/02/2012 16:46
    Bella bella davvero... Brava!!!!!
  • roberto caterina il 10/02/2012 13:07
    intenso e nolstalgico pensiero d'amore che non dà tregua.. bella.
  • rosanna gazzaniga il 09/02/2012 23:20
    Intensa poesia! Memorie aromatizzate per sentire un calore che non c'è più. Versi bellissimi che lasciano un senso di malinconia, si sente l'impronta dell'anima! Molto bella, complimenti!
  • rosanna gazzaniga il 09/02/2012 23:16
    intensa poesia, memorie aromatizzate per scaldarci dal freddo, cercando un calore che non c'è più. Lascia un forte senso di malinconia: versi bellissimi, si sente l'anima...
  • Fabio Mancini il 09/02/2012 21:34
    Un po' di vino, può scaldare più di un abbraccio? Forse no. Un bacio gentile, Fabio.
  • mariateresa morry il 09/02/2012 21:33
    Son venuta a trovarti, cara Lory.. devo dire che questa tua poesia può sembrare a prima vista solo un canto di rimpianto, però c'è quel fatto che sorseggi il vin brulè a significare che ci stai meditando sopra, profondamente... e questo è già uno scampo, una via d'uscita... ci metti i chiodi di garofano, nel vin brulè?
    Mi piace quando scrivi intimista, ciao!
  • Alessandro il 09/02/2012 21:31
    Il freddo, come gli amori estinti e sofferti, non dà mai tregua. Piaciuta
  • Anonimo il 09/02/2012 21:12
    Lor, certo che queste giornate non aiutano lo spirito... davanti al camino acceso e col vin brulé i ricordi si liberano... e fanno pure male! Fai come me, guardati Stanlio e Ollio su Rai 3 alle 20, 15... distraggono un po' dai pensieri nostalgici e cupi. Comunque, capisco cosa si prova. Brava Lor, bella e sentita poesia!
  • Anonimo il 09/02/2012 20:38
    Amica mia, o è la neve ad acuire la nostalgia, oppure è il vin brulé a riscaldare i ricordi! Piaciuta.
  • Vilma il 09/02/2012 19:33
    nostalgica poesia... molto sentita
  • Teresa Tripodi il 09/02/2012 19:16
    bella loretta... ottima e letta con piacere... fai una cosa accendi la stufa e guarda zelig con un bicchiere di coca cola magari ti scappa da ridere
  • Hila Moon il 09/02/2012 18:58
    Ti vedo, ti sento... in quello che hai scritto, proprio perchè dentro c'hai messo il cuore! Molto bella

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0