PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Alghe all'uranio

Colomba da bianca a nera vola
dopo schioppettate continue

che l'hanno mancata.
E tutt' ora, nonostante

tutte le guerre del mondo
il suo cuore è bianco.

E resisterà anche alla neve
e al prossimo errore e disastro nucleare

e in questo atroce andare
si trasformerà in albatros

giungerà in altri lidi e tornerà
al colore e al suo essere originale

mentre noi dovremo ricominciare
ancora, tutto di nuovo dall'inizio.

Senza memoria come tutto sprecato
e in cielo lei di nuovo e noi

mirando con residuo bellico di doppietta,
ancora un colpo per fortuna mancato.

Ehi uh, che magnamu stamane?
Abbiamo sbagliato bersaglio di nuovo

non ce resta che alghe all'uranio!
Senti come grida l'uccella? Bella e libera quella!

 

3
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Anonimo il 10/02/2012 12:22
    macome ti escono questi bei versi... per temi cos' forti ed importanti bellissima
  • Anna Rossi il 10/02/2012 10:08
    bella! molto. unico Raffaè!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0