PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

[Senza titolo]

Fra Archi e Baleni
sfrecci dal So(g)no al So(n)no

Pura Coscienza

a fontane infinite
l'Essere si ristora

 

6
3 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • cristiano comelli il 10/02/2012 16:11
    La tua poesia breve ma intensa mi fa venire in mente un verso di un bel brano del mai sufficientemente compianto Giorgio Gaber intitolato "Quando sarò capace di amare" (faceva parte della stessa raccolta in cui propose la famosa "Destra e sinistra": questo verso dice "capire che anche il sonno è vita e non riposo"; ecco, nella tua poesia ci leggo questo recupero della valenza forte del sonno come modo in cui ci esprimiamo diversamente verso noi stessi e verso il reale ma non per questo in modo meno significativo e fecondo di riflessioni che poi l'indomani ci consentirà di mettere a fuoco. Bravo, come sempre. Un abbraccio.
  • patrizia chini il 10/02/2012 15:30
    la vita in sintesi in pochi versi... L'essenza di quel "sono" che saltella tra sogno e realtà che passa dal dolore alla gioia della luce (archi e baleni) e si fonde negli "arcobaleni" che restituiscono all'essere la coscienza di sè che aspira a dissetarsi con somme verità

3 commenti:

  • loretta margherita citarei il 10/02/2012 20:39
    bel gioco di parole apprezzatissima
  • - Giama - il 10/02/2012 13:41
    fantastico arcobaleno di versi che mostra la bellezza infinita dell'essere attraverso la coscienza stessa di essere...
    Splendida Vincè!
    ciao ciao
  • karen tognini il 10/02/2012 07:25
    Bellissimo Tanka Vincenzo...
    divina coscienza dell'essere... dal so-g-no al sono!!!

    grande Vi... un abbraccio

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0