accedi   |   crea nuovo account

Incanto

Sui tetti sparsi del montano borgo
e tra le fronde del querceto scuro
scorgo tremuli e bianchi i raggi della luna.
Nell’affossata cuna della valle
una coltre di nebbia;
sul lungo muro di montagne in fila
il cupo mistero.
Tutto intorno e da quel verde nero il canto dei grilli.
E me, col borgo e le montagne e i trilli,
nell’immenso fumo delle stelle.
(1960)

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

11 commenti:

  • Anonimo il 21/07/2010 15:56
    È tanto bella che sembra scritta dal Sig. Ugo Mastrogiovanni.
  • Anonimo il 05/03/2010 21:38
    Vera poesia, in un'immagine bellissima e piena di mistero.
  • lily moon il 23/04/2009 03:15
    mi piacciono le immagini che usi.. molto poetiche...
  • Duccio Monfardini il 12/06/2007 14:01
    gran classe nel tuo modo di scrivere... eleganza e ritmo... bravissimo. ciao, duccio.
  • Luigi Lucantoni il 11/06/2007 21:26
    Bellissima, non capisco perché sarebbe di tipo filosofico.

    PS: grazie del commento alla
    mia dedica
  • sara rota il 11/06/2007 07:56
    Una bella descrizione della campagna al risveglioin una fredda giornata d'aututnno...
  • lory giacobbe il 11/06/2007 00:10
    Come sempre fai sognare bravissimo
  • terry Deleo il 10/06/2007 22:26
    Versi riposanti, mi trasportano in quel lontano borgo... complimenti Ugo.
  • roberto mestrone il 10/06/2007 20:14
    Versi che sanno d'antico...!
    Pensieri che mi fanno sentir presente, LI'..!!.. Su quei tetti... nella valle... sul muro, tra il verde e i grilli!
    Bravo Ugo..!
    Ro

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0