username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Gli anni che ricordo

Gli anni che ricordo
si infrangono spesso
in un cin-cin tra amici;
non ricordo le parole,
non ricordo i luoghi,
ma mi delizia ancora
il suono delle risate,
il fuoco di vita
negli sguardi entusiasti.

E a te,
che mi dai il tuo bicchiere,
resta l'allegria di sempre,
scambiata ai tavoli di un pub e
sommersi dalla musica assordante
ho sempre pensato:
che grande regalo mi fai!

La semplicità delle cose,
la bella povertà di divertirsi
insieme a poche persone
davanti a un caldo panino
in una serata invernale per strada,
è sempre una nuova ricchezza
e i passi condivisi
sull'asfalto bagnato
rimbombano ancora nel mio cuore

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Nicola Lo Conte il 15/11/2011 22:56
    "in una serata invernale per strada,
    è sempre una nuova ricchezza
    e i passi condivisi
    sull'asfalto bagnato
    rimbombano ancora nel mio cuore"
    Sembra di esserci nelle immagini che descrivi!
  • Riccardo Brumana il 20/04/2007 12:47
    sono d'accordo; chi trova un amico... peccato per l'assenza del titolo.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0