accedi   |   crea nuovo account

Non

Tra le prime cose udite
io ricordo soprattutto
serrate in altre labbra
parole fatte d'ombra.

Mi sovviene innanzitutto
il fremito vibrante
d'ogni cosa mai sfiorata.

Si riaccostano alla mente
vividi, danzanti,
quei colori sconosciuti.

E rammento soprattutto
quell'essenza delicata
di sapori mai saggiati,

e l'aroma così intenso
così immenso
di germogli mai fioriti.

Riaffiora soprattutto
quel che non ho letto,
quel che non ho scritto:

non memoria d'ogni cosa,
ma di ciò che non é stato
ascenderà con me
nell'ultima
discesa.

 

2
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anna Cervone il 20/06/2013 17:08
    Il profumo delle rose non colte è quello più intenso, come la profondità delle parole mai dette, la bellezza di cieli mai veduti;molto apprezzata per lo stile e il contenuto.

2 commenti:

  • K. Lear il 11/02/2012 17:51
    Dietro questa apparente negazione sento il profumo della speranza
  • Luca il 11/02/2012 12:44
    molto apprezzata per forma, stile e significato... molto bella... complimenti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0