accedi   |   crea nuovo account

Esercizio di stile

ora che leggi la mia anima
tra versi inattesi

ora che ascolti
l'improvviso sibilo delle parole
e che ne assapori
le lame del dolore
come carezze al binario
d'un fallimento
prima che il treno mi porti via

ora che t'accorgi d'essere
regina di picche deposta dal trono
della vanità e dell'accidia

muta in reale ciò che
hai creduto essere solo
un esercizio di stile

 

12
14 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Auro Lezzi il 12/02/2012 12:26
    Altro che esercizio..é molto di più.. Un termometro della tua bravura espressiva.

14 commenti:

  • Filippo Minacapilli il 30/05/2012 12:43
    "Regina di picche deposta dal trono..." Magnifica!
  • Anonimo il 12/02/2012 23:38
    I tuoi versi sono diretti. Magistralmente semplici. Le tue poesie fanno ragionare sia il cuore che il cervello. Bellissima.
  • Teresa Tripodi il 12/02/2012 22:13
    Ottima lirica... un bel rimprovero, il mischiare dei pensieri inutili l'interpretare il dolore una volta che si arriva al crepuscolo... adesso traspare adesso si vede... Bella!!!
  • anna marinelli il 12/02/2012 18:43
    non avrei parole esaustive per commentare questo tuo capolavoro di stile poetico...
  • sergio il 12/02/2012 17:56
    bellissima e bravissimo. Apprezzata
  • Alessandro il 12/02/2012 17:20
    Una nuova consapevolezza del reale, la caduta dal trono della vanità. Davvero bella
  • Elisabetta Fabrini il 12/02/2012 17:15
    Eccellente poesia...
    bravissimissimo!
  • loretta margherita citarei il 12/02/2012 16:44
    ottima poesia complimenti
  • Anonimo il 12/02/2012 15:58
    "muta in reale ciò che
    hai creduto essere solo
    un esercizio di stile"

    complimenti
  • Anna Rossi il 12/02/2012 15:12
    messaggio diretto. efficace. stile sempre molto particolare..
  • - Giama - il 12/02/2012 14:47
    ora che ascolti
    l'improvviso sibilo delle parole
    e che ne assapori
    le lame del dolore

    un passaggio dotato di immensa potenza espressiva!

    grandissimo Sergio!

    Ciao ciao
  • Gianni Spadavecchia il 12/02/2012 13:28
    Profondissima.. Sei sempre più bravo a scrivere!
  • mauri huis il 12/02/2012 12:39
    Preferisco dire solo che per me sei molto molto bravo!
  • Anonimo il 12/02/2012 11:59
    quando si arriva ad essere consapevoli del proprio essere e di come ci proponiamo a chi ci è vicino... purtroppo non sempre... bellissimo l'utimo verso elegante e raffinata lirica... bella mani

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0