PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Topi

la filologia è assente
in simposi di saccenti parolai di corte
o nelle burle di servizievoli giullari

manipolate coscienze rotolanti
di bulimici adoratori del teleschermo
ch'elargisce lezioni da isole sperdute

massi' vabbé

- pubblicita' -

tre due uno
conta i fagioli!

nei titoli del tg1 sakineh è morta
mentre teresa lewis
è solo un pochino meno viva

massi' vabbé

e miss mondo piange
mentre il papa ride
e la monnezza cresce

- pubblicita' -

complimenti
lei ha vinto un milione

'nu mliooone (*)

- pubblicita' -

massi' vabbé

spintoni a destra e a sinistra
individui calpestati da masse calcanti
ansimanti nell'affanno della corsa
che anelano la magica melodia
del piffero oscurantista
- e sodomizzante -
nell'incantesimo d'estasiati topi

 

l'autore senzamaninbicicletta ha riportato queste note sull'opera

(*) è una citazione da "natale a casa cupiello"


4
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • mauri huis il 13/02/2012 15:19
    Se la televisione è lo specchio dei tempi, sembra dire questa composizione, non siamo messi bene. Purtroppo anche io sono d'accordo. Ciao Sergio
  • Vincenzo Capitanucci il 13/02/2012 14:24
    Il pifferaio magico.. li portava... in un baratro di morte...

    Bravissimo Manì... e la monnezza cresce... vuole installarsi dentro di Te... e pure la paghi.. follia... demenza... Uomini e Topi...
  • rosanna gazzaniga il 13/02/2012 10:38
    Ironica denuncia sul condizionamento mediatico, a volte così becero da infastidire. Molto apprezzata e condivisa!
  • giulio costantini il 13/02/2012 09:29
    Ottima davvero. Chiara, distinta e condivisibile denuncia.
    Ai topi è stato dato il loro formaggio.. e ora vediamo che fa il gatto..
  • Anonimo il 13/02/2012 07:01
    bellissimo il primo secomdo ed ultimo verso... dura e cruda verità comlimenti... tutti i giorn subiamo... bravisssimo
  • Anonimo il 12/02/2012 23:32
    È molto visiva. Sei bravissimo.
    Ciao
    Sabrina
  • Teresa Tripodi il 12/02/2012 22:20
    Un mostro... e tanti servi della gleba... verissimo... l'importate e che la Marcuzzi stia bene di stomaco e la Chiabotto faccia plim plim
  • - Giama - il 12/02/2012 21:57
    senza un filo logico, menti che subiscono l'oscura melodia ipnotica del caos moderno...

    originalissima, una superba, ironica ed arrabbiata denuncia!
  • Anonimo il 12/02/2012 19:54
    Massì, vabbuò! Stiam diventando più topi che uomini... Decelebrati figli della televisione - DIN DIN PUBBLICITA' -
    Tante cose e troppo confuse...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0