accedi   |   crea nuovo account

Quell'uomo solo

Corrosa dall'umidità e dal vento
si staccava come pelle secca,
la pittura della facciata
e la cassetta della posta
arrugginita... svettava
tra i cespugli e le erbacce
che s'impadronivano della casa.

Tra le crepe un viso stanco,
un colonnello privo di guerre
e di battaglioni da comandare.
Tra le labbra un sigaro spento,
folte sopracciglia ad incorniciare
occhi che ardevano d'intelligenza.

Una biblioteca a cielo aperto,
quella stanza, dovunque
fogli di vita sparsi
messi in ordine negli angoli
da spifferi di vento.

Rigirava quel cucchiaio
nel piatto di minestra,
senza mai portarselo in bocca
quell'uomo solo... e ormai stanco.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • mauri huis il 13/02/2012 21:40
    Molto bella questa tua apparentemente descrittiva e invece impressionistica poesia. Bellissime tutte le strofe, ognuna con un suo soggetto preciso: prima la casa, poi il vecchio, poi la sua stanza e infine il suo movimento. Il particolare dei "fogli di vita sparsi/messi in ordine negli angoli/da spifferi di vento" è semplicemente unico. Un applauso!
  • Alessandro il 13/02/2012 17:40
    Un uomo solo, esaurito dai moti dell'esistenza. Atmosfera spenta, di abbandono. Piaciuta moltissimo
  • Rossana Russo il 13/02/2012 11:30
    Magnifica poesia.. *_* piaciuta

12 commenti:

  • tylith il 14/02/2012 11:44
    Mi unisco alle lodi, anche a me è piaciuta molto!
  • loretta margherita citarei il 13/02/2012 17:45
    bella descrizione molto apprezzata
  • Teresa Tripodi il 13/02/2012 16:30
    quasi a volersi raccontare... davvero scritta e descritta molto bene e si fa leggere in maniera trasparente... brava
  • - Giama - il 13/02/2012 15:53
    scritto particolarmente delicato, tratti raffinati che rappresentano, tra giochi di luci e ombre...
    bella bella!
    ciao
  • Gianni Spadavecchia il 13/02/2012 14:32
    Quell'uomo solo, stanco e anche le forze oramai lo abbandonavano.
  • Silvia De Angelis il 13/02/2012 11:59
    Ottima descrizione in magnifici versi dai toni intensi e assai graditi alla lettura per il loro particolare contenuto...
  • Anna Rossi il 13/02/2012 11:35
    sembra l'immagine di un film in bianco e nero. essenziale, molto evocativa. ben scritta!
  • Elisabetta Fabrini il 13/02/2012 11:31
    Splendida... siamo tutti un po' soli alla fine...
    Bravissima!
  • karen tognini il 13/02/2012 11:06
    Bellissima Vilma.. mi ha fatto pensare ad un amico che amo molto...
  • gina il 13/02/2012 10:09
    Una pennellata di vita, descritta in versi, brava!
  • senzamaninbicicletta il 13/02/2012 09:59
    complimenti per la sintesi della descrizione che rende benissimo l'immagine del colonnello. Bella dedica poetica, brava
  • Anonimo il 13/02/2012 09:58
    metafora di vita o immagine immaginaria...? comunque ben scritta e molto bella

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0