username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Sai di primavera

Il freddo incessante bussa alle porte,
si diverte l'inverno in questo suo assedio,
protagonista del mondo è un gelido canto,
che sibila melodia bianca senza parole.

Nel suo volo confuso danza la neve,
velo leggero che ricopre le strade,
nascondendo passi abbandonati al tempo,
da orme di viaggiatori e volti lontani;

Dentro casa un uomo guarda una foto,
contemplando due occhi caldi di brace,
e si trasformano gli anni in un solo secondo,
mentre il profumo dell'aria si tinge di primavera...

Un pettirosso cerca briciole di pane,
nell'eterna diatriba tra la morte e la vita,
noncurante dello sguardo di un timido sole,
interrompe il silenzio cominciando a cantare;

Dietro al vetro un uomo tra le mani passa una foto,
assaporando il ricordo di due baci caldi di brace,
e si trasformano gli anni in un solo secondo,
mentre il profumo dell'aria si scalda di primavera...

 

5
3 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • mario durante il 01/07/2012 23:21
    Il disgelo del cuore con i ricordi lontani muta l'approccio col gelo d'inverno in sernsazione di primavera.
    Buonissima composizione.
    mario durante

3 commenti:

  • ugosan beltipo il 07/09/2012 16:02
    Questa è una poesia? Prosa forse!
  • Elisabetta Fabrini il 13/02/2012 17:37
    L'ho trovata molto dolce e romantica... nel gelo dell'inverno due occhi fanno tornare la primavera!!! Bellissima!
  • loretta margherita citarei il 13/02/2012 17:36
    molto apprezzata piaciuta

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0