accedi   |   crea nuovo account

A mia madre

Madre,
che nel grembo della terra sei avvolta
come io lo ero dentro di te,

sei stata la mia prima cosa bella
e la mia ultima sconfitta,

poiché tu,
più di tutti,
hai capito il senso della vita
quando il malanno mi colpi il cervello,
bloccandomi per mesi
in un letto ospedaliero.

Capisti che non è la morte ad essere puttana
ma la vita.

Puttana è la vita, madre
più di qualunque altra cosa

e il tempo,
il tempo è un mostro generato da Lei
che ti scalfisce
ogni secondo che passa.

Morte
ti prego
consola questa donna

poiché per nostra colpa
e solo nostra
Lei ha sentito il rumore dei vermi nel cervello
ancora prima di incontrarti

Ha udito non solo il tuo
di silenzio
ma anche quello della vita.

Porta a lei le mie gocce di lacrime
che cadono a fiotti
sopra la sua fossa

Come il battito del tempo
che inesorabile scorre
su noi miseri esseri viventi.

 

l'autore STEFANO ROSSI ha riportato queste note sull'opera

L'altra notte ho "sognato" che Lei se era andata e questo non è nient'altro che il frutto di ciò che ho provato.


3
8 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Raffaele Arena il 15/02/2012 22:59
    Secondo una filosofica arcana, la morte è come una sorella che ci segue per tutta la vita e quando è il momento ci abbraccia. non devoùi provare sensi di colpa nei confronti di tua madre ma pregarla con il gran cuore che hai perchè sia unita al tutto dell'amore. Bellissima lirica

8 commenti:

  • Anonimo il 16/11/2013 15:43
    la madre il legame più stretto che solo il soffio della morte può separare
  • Francesca La Torre il 18/02/2012 17:01
    semplicemente stupenda: abbraccia tutto, la vita, l'amore per una madre e la morte. argomenti profondi trattati poeticamente in modo egregio. complimenti, piaciuta moltissimo!
  • STEFANO ROSSI il 16/02/2012 11:40
    Grazie mille a tutti dei commenti, alle volte dico puttana è la vita, si, ma anche Monna Morte non scherza.
    Un abbraccio a tutti.
  • Alessandro il 13/02/2012 17:45
    Riflessione sulla morta di chi ci portò in questo mondo. Sofferenza efficace ma misurata nei versi. Piaciuta molto
  • loretta margherita citarei il 13/02/2012 17:32
    molto ma molto bella
  • laura cuppone il 13/02/2012 17:08
    Questo sogno e' servito a riflettere inconsciamente sul tempo, la morte... la vita!
    Ed e' stato l'incipit poetico che ti ha fatto scrivere questi toccanti versi..

    Auguro a Lei una lunga vita accanto all'Amore che prova chi, come te, le sta accanto ed auguro a te di continuare a scrivere con lo stesso ardore e sentimento pur facendo tutt'altro tipo di sogno

    Bellissima

    Laura
  • Elisabetta Fabrini il 13/02/2012 17:06
    La mia se ne è andata davvero e ti assicuro mi hai emozionato tantissimo...è proprio così, la vita è una puttana!!
    Grande poesia!!
  • Anonimo il 13/02/2012 16:25
    Straziante Stefano non ci sono parole.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0