accedi   |   crea nuovo account

Sera

Scende
L'oblio

 

l'autore Salvatore Maucieri ha riportato queste note sull'opera

Improbabile contrapposizione della più famosa "Mattina" del grande Ungaretti.


3
4 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • tylith il 14/02/2012 00:06
    Ho pensato subito ad Ungaretti, era inevitabile ma non era scontato. Non è facile accostarsi e tentare di "imitare" - nel senso più positivo del termine - chi, come Ungaretti, con le parole ci colpisce fulminando tutto quello che esse portano dentro. "Mattina" (m'illumino / di immenso) a chi sarebbe mai venuta in mente se non ad un grande poeta intriso nella guerra, chi sarebbe riuscito meglio di lui a dare speranza ad un giorno in cui egli stesso non sapeva se fosse riuscito ad arrivare a sera. Ed ecco la tua personalissima risposta ad Ungaretti, l'obio che scende e lo aiuta a dimenticare tutte le brutture che durante quel giorno il conflitto gli ha inflitto. Mi ha entusiasmata questa poesia!

4 commenti:

  • Anonimo il 10/06/2012 20:45
    e bravo Salva... un abbraccio
  • Anna G. Mormina il 19/02/2012 17:41
    ... dici : "Improbabile contrapposizione della più famosa "Mattina" del grande Ungaretti.",... bè, io direi che ci sei riuscito egregiamente!... bravo Salvatore!
  • Teresa Tripodi il 14/02/2012 12:27
    ermeticamente chiaro.
  • Anonimo il 13/02/2012 23:07
    una visione drastica della sera.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0