PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Caos

Il soffio del caso spinge le vele della mia nave
La forza del caos guida il timone della mia nave
Solca le onde impetuose ma non trova la sua rotta
Gabbiani ingrassati si affacciano all'orizzonte
Di quali pesci si sono cibati con il mare in tempesta
Anch'io vorrei mangiare la mia pancia è vuota
La mia mente s'indebolisce, la vista si offusca
Dove sono finito?

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Vincenza il 15/02/2012 15:02
    È vero...
  • Andrea Pezzotta il 15/02/2012 15:00
    domanda che molti si pongono ma alla quale pochi rispondono

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0