PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Inutile

se non posso respirare la vita
che da me ora scorre in altre vene

se non posso sentire il profumo
dei fiori germogliati dal mio seme

se non posso leggere la mia anima
nei versi ai roghi della vendetta

se non posso scendere da questo treno
fermo ormai da troppo tempo

e se non posso proseguire il viaggio
della mia vita per il peso dei bagagli

allora

possa il mio sangue appassire e
perdere il suo stesso odore

possa la mia anima bruciare
con la pira di questo treno

e possa la mia valigia
esser dimenticata come vapore sul vetro

 

5
9 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 16/02/2012 11:06
    un ' incalzante susseguirsi di versi ricchi di contenuto e qualificazione artistica. uno stile accuratamente sempli essenziale ed espressivo

9 commenti:

  • Silvia De Angelis il 16/02/2012 19:52
    Una grande voglia di assaporare una vita intensa, che doni notevoli emozioni, piuttosto che morire d'una insipida inedia che fa appassire l'anima... versi condivisi, assai piaciuti
  • - Giama - il 16/02/2012 16:49
    Probabilmente fallirò in questo mio commento, ma preferisco sbagliare che non dire ciò che sento:
    i primi versi sono l'amore per un figlio, il dolore che si prova ad ogni suo patire...
    il viaggio è la vita, il peso dei bagagli sono i pensieri, i dolori, le preoccupazioni, i dispiaceri, che ci portiamo dietro (a modo mio: "i frutti gravano sui rami stanchi"...

    gli altri versi sono ciò che si vorrebbe fosse se non si può vivere dell'amore dei propri figli...

    Ora io ricordo perfettamente la tua poesia "Fiammetta", in base a ciò ti dico:

    il suo coraggio non potrà mai essere inutile!

    Scusa se sono entrato forse maldestramente nella tua poesia e oltre la stessa, invadendo la vostra vita...

    grande poesia!

    ciao Se
  • Alessandro il 16/02/2012 15:55
    Versi di rabbia impotente, un'arrendevolezza al deperimento consapevole. Molto profonda, uno sfogo che colpisce
  • B. S. il 16/02/2012 12:57
    Purtroppo con gli anni si arriva inevitabilmente a capire che la vita è fatta anche di compromessi, soprattutto con se stessi..
    Lo sconforto, le aspettative disattese e le delusioni passate non
    devono offuscare la possibilità di un futuro migliore.
    La vita è ADESSO, ricordati anche di sorridere!
    Ah, non ti ho ancora detto che è Magnifica.
  • Dora Forino il 16/02/2012 12:16
    Versi di grande impatto emotivo,
    dove l'autore esprime tutta
    la sua rabbia per l'inutilità
    della vita stessa, per una vita
    di sacrifico e delusioni.
    Mi ha molto colpita!
  • mauri huis il 16/02/2012 12:09
    Una delle più belle e incazzate poesie che ho mai letto. Su con la vita, Sergio! Un abbraccio
  • Teresa Tripodi il 16/02/2012 11:08
    Una serie di metafore che si specchiano nell'anima, domande che fanno sobbalzare il cuore a tristi veritá che scorrono sui binari di amarezze e delusioni, aggrappate e poi disperse come "vapore sul vetro"... particelle che si disperdono nell'aria, ma possono essere respirate ed inglobate in quello che di vario esiste al mondo... la mano che fa poesia canta di rabbia e di ricordo, lo fa per difesa e per ragione di passato, lo fa perchè non tutto va perduto e dimenticato. Meravigliosa.
  • karen tognini il 16/02/2012 11:00
    mi ha emozionata... bella bella.. c'è tutta la Tua sensibilita'!... smarrimento d'anima...
  • karen tognini il 16/02/2012 10:59
    mi ha emozionata... bella bella.. c'è tutta la Tua sensibilita' di smarrimento...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0