PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Stringerti

Se potessi stringerti
come stringo questa matita
per regalarti le mie parole migliori,
come stringo lacrime traboccanti
sul ciglio degli occhi,
come stringo una buona presa
mentre arrampico sullo sconforto
di una notte senza averti accanto.
Se potessi stringerti
come stringo ai denti l'urlo
quando ti vedo partire
e non so se mi concederai un ritorno,
come stringo al petto
le parole che hai lasciato cadere
che ho raccolto, geloso custode.
Se potessi stringerti
amore mio lo farei,
anche se tu fossi fredda spada
non rimpiangerei
il mio sangue secco.

 

1
3 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • tylith il 28/03/2012 23:28
    È struggente il forte desiderio di lei, l'aggrapparsi ad ogni cosa che Lei concede al Poeta quasi con leggerezza con noncuranza;come, ad esempio, le parole che la donna ha lasciato cadere e il poeta raccoglie per custodirle gelosamente. Il Poeta che è sensibile, innamorato e soffre per un amore non corrisposto aggrappandosi a tutto pur di sopravvivere, spera di poter stringere ancora una volta la donna, per aggrappare a lei tutto il suo amore a costo di rinuciare alla sua stessa vita. Davvero una splendida dichiarazione!

3 commenti:

  • gianni castagneri il 24/03/2014 18:04
    bellissima! versi molto sentiti... complimenti!
  • augusta il 28/09/2012 10:47
    mi spiace che hai pochi commenti... ma va fiero di tylith... quando lei commenta... sa entrare nell'anima del poeta... 1 beso
  • Alessandro il 16/02/2012 15:58
    Un desiderio inestinguibile, eppure non soddisfatto. Un desiderio che sconfinerebbe nell'autolesionismo pur di dissetarsi alla fonte. Davvero intensa e sofferta

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0