accedi   |   crea nuovo account

Il bruchino frettoloso

un bruco piccolino
ch'era ansioso d'esser grande
nel lento suo cammino
fremeva diventar farfalla

sognava ali colorate
e voli alti su nel cielo
per dipingere l'aria
e finanche il mondo intero

e intanto si perdeva
- col nasino tirato su' -
la terra, la scoperta,
tanti giochi e anche più

ed arrivò il momento bello
che felice nell'alba
spiegò le ali
e uscì volando dal baccello
per tutt'i punti cardinali

era davvero assai contento
d'aver scordato il tempo perso
in attesa di quel'istante

che già nel volger era consumato
con il sole del tramonto
ora che
finalmente era cresciuto

 

2
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Teresa Tripodi il 16/02/2012 22:34
    Attualissimo come non mai la metamorfosi dell'inizio non tarda ad arrivare ed é volteggiando che va via... Bravo
  • loretta margherita citarei il 16/02/2012 20:18
    sei eccelso non c'è che dire!
  • Silvia De Angelis il 16/02/2012 19:55
    Anche nelle fiabe trapela forte il tuo animo poetico...
  • Alessandro il 16/02/2012 16:03
    Favola colma di tenerezza e insegnamenti. Piaciuta
  • Anonimo il 16/02/2012 14:10
    bella... bella bisognerebbe gustare ogni istante senza esser frettolosi, come il simpatico bruchino. La vita ci porta correre pensando di realizzare in una volta i nostri desideri... e poi alla fine al volger del tramonto tutto è passato...
    bella metafora... complimenti mani...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0