accedi   |   crea nuovo account

Contemplazione

é sera,
mentre la falce di luna sale,
e poi piano va via,
mentre
la sua luce fredda
avvolge il bosco.
Seduta su un tronco
una donna aspetta il vento,
pensando al suo uomo,
al suo corpo
su cui lei non ha lasciato sfregi,
legata a lui con manette fatte di neve,
che si scioglieranno
allo spuntar dell'astro,
quando tutto avrà preso colore,
pronunzia il suo nome
che risuona più lontano
che mai,
nei sonori dell'eco.

 

5
4 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • DOMENICO FRUSTAGLI il 17/02/2012 18:30
    Bellissima contemplazione... versi che catturano nei suoi fotogrammi poetici.

4 commenti:

  • Anonimo il 18/02/2012 16:07
    nell'eco della sua anima... molto bella e sentita...
  • - Giama - il 18/02/2012 08:12
    scusa per quei numeri nel commento, ma è "passato" mi figlio sulla tastiera...

    ciao ciao
  • - Giama - il 18/02/2012 08:11
    evocativi versi, suggestiva nelle sue immagini.../*-7 896
    bella poesia!
    complimenti!
    ciao ciao
  • loretta margherita citarei il 17/02/2012 20:51
    molto romantica apprezzatissima

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0