accedi   |   crea nuovo account

Chi sei tu?

bussi alla mia porta
ma esito ad aprirti,
mi tendi la mano guardandomi
e dubito: chiedi o dai?

Ancora non so decidere,
m'attanaglia la paura.

Non ho più la giovanile incoscienza
di lasciar le briglie sciolte ai sensi
come fossero cavalli impazziti
ed avventurarmi.

Hanno un forte peso specifico
i precedenti fallimenti vissuti...

dubbiosi i pensieri,
nuvole nere
s'ammassano nella mente
coprendo lo spiraglio di luce
intravisto con la tua offerta d'amore.

Non so cosa pensare... chi sei tu?
Sei forse la matita colorata
per tracciare un nuovo disegno d'amore,
oppure l'ennesimo inganno?

Non vorrei un equivoco d'intesa,
ritrovarmi poi delusa
a raccogliere i frammenti di cristallo
del cuore spezzato.

Metto in stand-bay la mia risposta
preferisco per il momento
averti come amico.

Sarà il tempo a rivelare...
Se è destino che dobbiamo
insieme stare,
nulla ci separerà, neppure il vento.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Antonio Garganese il 17/08/2012 07:45
    Spesso nei sentimenti, ricordando alterne vicende del passato, siamo dubbiosi e diffidenti. La vanità suscitata da una richiesta è secondaria, prima c'è una necessaria riflessione, poi la decisione.
    Le più giuste si fanno quando sono maturate nel tempo.

17 commenti:

  • - Giama - il 20/02/2012 17:29
    è naturale, specie per le esperienza vissute, chiedere chi bussa alla nostra porta; sarebbe imprudente aprire senza nemmeno domandare chi sia...
    poi la porta l'apriamo comunque, anzi spalanchiamo proprio e proprio come dici tu...
    Se è destino che dobbiamo
    insieme stare,
    nulla ci separerà, neppure il vento.

    grande Lor!
    abbraccio
    ciao ciao
  • Anonimo il 20/02/2012 16:44
    Paura di amare... di soffrire e di essere nuovamente ingannata... La diffidenza prende il sopravvento. Prudenza sì... ma non chiudere troppo stretto la chiave del tuo cuore!
  • rosanna gazzaniga il 20/02/2012 15:55
    La prudenza alla fine vince sulla voglia di aprirsi a un rapporto, memoria di amarezze passate. Molto bella!
  • Gianni Spadavecchia il 20/02/2012 14:14
    Molto bella, mi piace molto.. Confusione che causa dolore, esperienze passate che procurano pianti.. Pensaci bene, ciao!
  • Don Pompeo Mongiello il 20/02/2012 12:04
    Un plauso dovuto per questa tua eccezionale davvero!
  • denny red. il 20/02/2012 08:43
    Non puoi non sapere.. Chi è! devi solo gurdarlo subito negli occhi, e tu non puoi sbagliare, osserva bene e se vedi che il color dei occhi tendono a nascondersi.. ferma il tempo e chiudi tutte le porte, non puoi sbagliare Lory, hai un vedo che va oltre il tempo.. non aspettare.. guarda bene! Ciaoooooo...!!!! Dolcissima Lory. Ottima!!
  • mariateresa morry il 20/02/2012 08:36
    Lory, percorrere la propria strada è necessario, forse dopo le batoste non si crede più all'amore eterno, però sino acchè c'è motivo di sentire in noi che l'amore ci rende migliori, forse vale la pena ascoltare ancora la voce interiore.. Il testo mi pace molto. Se permetti un suggerimento : all'inizio toglierei il verbo " titubo". In parte perchè ha un suono poco lirico, in parte perchè la collocazione di " chiedi o dai? " rende lo stesso, avendo tu usato prima il verbo " esitare". A me parrebbe che il verso regga bene lo stesso. Ciao
  • Anonimo il 20/02/2012 07:15
    Molto emblematica questa poesia di quante ferite possano restare in un cuore che ha avuto delusioni cocenti, nonostante la sua predisposizione all'amore... non voglio farmi pubblicità( ti prego di credermi) ma questa bella poesia come commento richiede la lettura di una mia breve riflessione, un mini racconto che forse hai già letto: Aspettando l'amore. Forse sull'argomento potrei anch'io scrivere una poesia; mi hai dato lo spunto. Brava Lor... se hai un po' di tempo leggilo Aspettando l'amore. Mi ringrazierai, davvero. ciaociao
    P. S. il link: http://www. poesieracconti. it/racconti/opera-9578
  • claudio meazzi il 20/02/2012 00:21
    L'amore vive di incertezza e di tenerezza
    . descrivi nel tuo testo il movimento
    della tua anima, dove l'amore assurge
    a rinnovo di vita e divenire.
    Come sempre incanti!
  • cesare righi il 19/02/2012 21:04
    Che non sia proprio lui? Amore
    Super Lo
  • Salvatore Maucieri il 19/02/2012 20:27
    Bello lo stile. Ottima poesia. Bella e profonda. Mi piace come scrivi. Complimenti. Ciaoooooooooooooo
  • Alessandro il 19/02/2012 18:19
    Esitazione dettata dalle sofferenze passate. Sarà il tempo a rivelare. Molto piaciuta
  • Giacomo Scimonelli il 19/02/2012 18:09
    ''... Non vorrei un equivoco d'intesa,
    ritrovarmi poi delusa
    a raccogliere i frammenti di cristallo
    del cuore spezzato...''versi immensi..
  • EASTON il 19/02/2012 18:09
    Righe di una bellezza crudele e spietata. Molto moderna ed antica nello stesso tempo. Tra le mie preferite di questo periodo. Molto, molto apprezzata.
  • Anonimo il 19/02/2012 18:00
    Molto bella apprezzata... brava!!!
  • Anna G. Mormina il 19/02/2012 17:45
    ... sarà il tempo a decidere, hai ragione, saggia decisione!... brava Loretta!!!
  • lidia filippi il 19/02/2012 17:33
    Bella poesia! Il cuore che anela l'amore e la paura di soffrire che lo frena... Ma se lasciamo che le nubi coprano lo spiraglio di luce rinunciamo a priori all'amore. Questi versi ben esprimono il tormento interiore e il desiderio di felicità. Bravissima!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0