accedi   |   crea nuovo account

In especto

Grandis et tondo
lo scudo est,
che lo sperto meo
da le effimere tentazioni
reparo,
saldamente ben tenuto
da la ferrea manu
de lo Angiolo
meo Custode,
per fa si che,
posteo a lo dias summo
insieme a lui
a cospetto de l'Assoluto
felix fia.

 

2
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • - Giama - il 20/02/2012 23:03
    lo scudo, forse è la coscienza, ma non solo, perchè oltre alla ragione sarà il cuore che ci aiuterà a giungere felici al Suo cospetto!
    grande Don!
    ciao ciao
  • Anonimo il 20/02/2012 15:26
    un modo di scrivere unico ed originale grande Don...
  • Anna Rossi il 20/02/2012 12:33
    ma come sei unico, Dom!! il tuo linguaggio originale, così affilato, ben rende le idee. affonda, trapassa, e lascia il segno! splendido Dom! mi piace..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0