PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Non io

Re del destino
e d'ogni umana gioia
sarà il tuo compagno,
colui che incoronerai.

Tu, più che donna,
prediletta del Creato.
Ogni mio pensier volgi
al desiderio sfrenato.

Diadema di diamante,
sei gemma inestimabile
in mezzo a mille inganni
e bigiotterie del vivere.

Ma chi ti avrà, infine?
Non io; mai ne fu illuso
il mio povero cuore
fiaccato dal disuso.

 

5
3 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • salvatore maurici il 20/10/2012 22:29
    Non io, va classificata come una lirica dallo stile classico... d'altri tempi! "Tu, più che donna,/prediletta del Creato". Un pensiero ricorrente che vuole mantenere vivo lo stereotipo di Donna Laura; pudica e priva sensualità. Alessandro gli ridà emozioni forti e tanta furbizia ed ecco rispuntare la servetta del Goldoni.

3 commenti:

  • Silvia De Angelis il 22/02/2012 19:51
    Espressività e un sentire malinconico, in una bella lirica dell'anima, intinta in toni originali... piaciuta
  • loretta margherita citarei il 22/02/2012 17:32
    ottima complimenti alex
  • karen tognini il 22/02/2012 13:34
    Meravigliosa Ale... struggente...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0