accedi   |   crea nuovo account

Fin'à quandu si faci jòrnu

Aùgghie, fìl'elàstico
si sènti
quandu ù jòrnu s'ìza chiànu chiànu
e l'urtimi barcuni tràsunu arrèt'omòlu
lucenti
chin'ippìsci ancora vivi, dòpu na notti longa e svegghiàta
PECCAVìA, VENìTI PECCAVìA, àIU TUTTU Pà BELLEZZA
grida, u vècchiu carrettèri
manc'avìssi pagliùzzi d'oru e filu d'argentu
canta, Maruzzèlla
avassìri a chiùbbella, quand'a Festa ch'assìra ddùma
e 'Ntoni cà barritta sùpra i ventitrì sà cerca
càntunu i sò forfìci l'aùggh'eufilu e i buttùni d'òru
canta ù carbuni ddùmatu d'intoferru pè stirari
avassìri a cchiùbbella cù l'organza iànca e
jùri russi 'ntecapìddi rìzz'è nìghiri
com'à notti cà vìtti Fìmmina
fino a quandu s'ìza u jòrnu e senti
ancora
AùGGHIE.. FìL'ELàASTICooo...

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Raffaele Arena il 25/02/2012 23:34
    Affresco lirico dialettale, dalla musicalità forte, meraviglioso, quasi come un brano di un personaggio che recita su un palco. L'ho capito solo in parte, ma mi ricorda la lingua della Scilia, non so quale dialetto, ma bazzicando un po' il Montalbano di Camilleri, sperando di non offendere l'autore e la sua composizione, ci ritrovo i suoi incipt di certi romanzi. Singole frasi poetiche, anche se non dovuta sarebbe gradita traduzione svilente in italiano. meravigliose.

13 commenti:

  • Anonimo il 05/04/2012 11:59
    Le/Ti ricordo una ex amica? Fra lo stuolo, quale?
    Riverisco Cyranò de Bergerach.
  • ignazio de michele il 05/04/2012 08:00
    Continis, Signora... mi ricorda una mia ex amica... cmq grazie della presenza.
  • ignazio de michele il 05/04/2012 07:58
    Raffaele, ti ringrazio della presenza e nel contempo segnalo che la traduzione è in calce ai commnenti. ciao
  • Anonimo il 30/03/2012 13:49
    Mi fido del commento di Raffaele, ma anche di altre sue opere. Il poeta schivo che non vuole essere chiamato così. Per fortuna che anche io la penso come mi pare. E come tale l'applaudo. Ossequi.
  • ignazio de michele il 01/03/2012 20:49
    Sempre Grazie Carla... ciao
  • Anonimo il 01/03/2012 20:25
    aghi filo elastico quasi fosse la loro canzone d'amore...
    un richiamo per chi compra da mattina a sera... e la gente accorre quasi vendesse oro... canta per lei, per maruzzella che con ago filo ed alastico per la grande festa, trasformera nella più bella...
    sempre bravo ignazio complimenti di cuore
  • ignazio de michele il 26/02/2012 17:52
    Raffaele Arena, per intanto grazie della tua presenza, circa la traduzione la ho postata in calce...
  • ignazio de michele il 26/02/2012 17:51
    Paola Collura. sempre grazie della tua presenza
  • ignazio de michele il 22/02/2012 22:07
    ben gentile Paola. grazie
  • Anonimo il 22/02/2012 21:41
    Molto bella Ignazio... in dialetto ancor di più!
  • ignazio de michele il 22/02/2012 20:44
    Grazie Loretta, della tua presenza e cortesia...
  • ignazio de michele il 22/02/2012 20:44
    Aghi, filo ed elastico
    si sente
    quando il giorno s'alza piano piano
    e gli ultimi barconi entrano nel Porto
    lucenti
    pieni di pesci ancora vivi, dopo una lunga notte insonne
    PER DI QUA, VENITE PER DI QUA, HO TUTTO PER LA BELLEZZA
    grida, il vecchio carrettiere
    neanche avesse pagliuzze d'oro e fili d'argento
    canta, Maruzzella
    dev'essere la più bella, quando la Festa accenderà la sera
    e Antonio con il berretto sulle ventitrè, la cercherà
    cantano, le sue forbici l'ago il filo e i bottoni d'oro
    canta, il carbone acceso dentro il ferro da stiro
    dev'essere la più bella, con l'organza bianca e
    fiori rossi nei capelli ricci e neri
    come la notte che la vide Femmina
    fino a quando s'alzerà il giorno e sentirà
    ancora
    AGHI.. FILO ed ELAaaSTICOooo
  • loretta margherita citarei il 22/02/2012 17:34
    ottima ciao amicone

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0