username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Scritta da ubriaco

Agonizzante in pozze di sangue,
il marcio del vivere filtra
nelle fogne, nelle intime prigioni.
Passato il limite di ogni bicchiere,
percorro barcollando la mia strada,
scambiando lucciole per lampioni.

Ogni smacco è svanito e ogni faccia,
anche la più odiosa, sembra amica.
Le stanche stelle tornano intense,
non conosco delusioni, timidezze,
naufragi di coppie consumate.
Sorrido e penso al tuo profumo.

Non so dove tu sia, ora.
Forse rifletti, forse dormi.
Tu sola tra mille sogni informi,
a volte mi sproni, a volte mi disperi.
Luce che guida, tra arrochiti pensieri,
la mia nuda fragilità della sera.

Cosa ti dirò domani, cosa ti dirò mai.
Forse m'ami, forse fuggirai.
Danza perversa, fatta di "Vorrei",
t'amo mentre ho sempre amato lei.
Ora basta, ho infine realizzato
che un altro giorno è morto avvelenato.

Le membra pesano, il corpo mi contrasta.
Un altro smacco aggiunto alla catasta.
Mi corico senza aspettare
un sospiro che m'inciti a sognare.
Tempo di smaltire,
tempo di farti morire.

 

12
11 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Marina Duccillo il 03/11/2012 22:37
    Eccellente componimento letterario: comunicazione immediata, diretta e chiara, abilità di scelte e combinazioni lessicali, esperienza nell'uso appropriato del linguaggio, ricerca di suoni, evidenza di significati, passione per la scrittura nella quale riversa senza pietà un vissuto amaro, doloroso e(purtroppo) rassegnato; che sia autentico o meno, non sappiamo
  • Anonimo il 03/03/2012 17:02
    ben detto1 Poesia che mi ha irretito... sublime il finale!!!
  • Anonimo il 25/02/2012 18:17
    Una metafora straziante per descrivere un amore straziante con uno stile eccellente. Ovattata di un poco di piacevole " ambiguità " Veramente bella.
  • STEFANO ROSSI il 24/02/2012 12:58
    Molto bella, specialmente il finale, ha un forte significato, le rime un po' la intontiscono, ma è comunque una bella opera.
    Bravo

11 commenti:

  • Anonimo il 24/03/2012 21:04
    poesiaeccellentespecialmente nell'ultima strofa
  • Anonimo il 13/03/2012 23:18
    Bella, specialmente nell'ultima strofa raggiungi versi degni dei poeti maledetti
  • Rossana Russo il 27/02/2012 21:40
    Ma quanto mi piace questa poesia? Emozionante e struggente.. Complimenti :*
  • - Giama - il 23/02/2012 23:34
    quasi scritta nell'impeto d'amore, veementi scorrono i versi...
    intensa poesia!
    complimenti!
    ciao ciao
  • mirtylla il 23/02/2012 16:31
    Una poesia che fa esplodere il cuore che, ubriaco d'amore, sfrena l'intimo sentire...
    Molto bella
  • Gianni Spadavecchia il 23/02/2012 15:58
    Molto bella da leggere questa tua opera! Apprezzabile sul piano lessicale. Sei un tipo strano, ambiguo Ciao Ale!
  • karen tognini il 23/02/2012 15:34
    Splendida poesia mi sento un po' sbronza dopo averla letta.. bevuta in un fiato...
    molto bella Ale... bravo!!!

    Ma non bere troppo.. mi raccomando eh!!!!!
  • Don Pompeo Mongiello il 23/02/2012 15:22
    Simpatica e molto significativa questa tua eccezionale davvero!
  • Vincenzo Capitanucci il 23/02/2012 14:09
    Splendida Alessandro... scorre nel palato... come un vino novello.. creando un intimo sentire...

    ... la mia nuda fragilità della sera... vorrei smaltire.. facendola svanire e morire...
  • Anonimo il 23/02/2012 13:50
  • Anonimo il 23/02/2012 13:25
    In vino veritas... e ne sono uscite di cose, quella notte.
    Emblematici i due versi che chiudono la poesia:
    Tempo di smaltire,
    tempo di farti morire.
    Quel farto morire, mi chiedo, è riferito all'amore sognato, non corrisposto?... ciaociao

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0