PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Piovo

Tentando un avvio bagnato
olio di gomito cigola a vuoto
lembi di pelle squamano a getto
rovi di scarti rimpolvero e getto

cerco costante tomi saccenti
sull'equilibrio non capisco niente
sarà che devi restarci in bilico
giudico il circo quasi diabolico

umida lastra di ghiaccio artico
non si riscalda, ne squaglia, ne gocciola
forte picchietta un martello pneumatico
non resta a me che morire di crepe

unico colpo alla radice
allorchè si ruppe l'impalcatura
tremendo destino per un solo che non sa
restar da solo ne chieder di non

ecco che piovo, finalmente.
cotanta umanità ritrovata
è un sollievo aver piede su terra,
è un sollievo aver cuore sul petto

A ritroso mi perdo nei giorni
al freddo donato ai già freddi inverni
non c'è peggior solo nemmeno a volerlo,
di un solo che merita di rimanerlo.

 

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0