username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Il bacio cadde

Il bacio cadde
confuso tra le gocce
d'altra sensazione,
lui
goccia perfetta
la sola che potesse ferire.
Non era un bacio
ma desiderio di
liberare le braccia dal vestito
togliere le calze dalle gambe.
Tutto restava e moriva
nella goccia
che poi divenne pioggia
e scendeva smarrita.
Né mai finiva il bacio
lasciava spaventati.
Non eravamo noi
ma il suono,
l'ultimo tac
della goccia.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Raffaele Arena il 25/02/2012 23:39
    L'autrice in questo componimento, esprime un sentimento come distillato, in una goccia appunto, come di acqua come di vita, la pioggia, la sua tristezza o allegria un tempo nell'India rurale dove si festeggiava l'evento, o in Africa con canti e balli tribali si evocava. In questa goccia c'e' anche il suono, omnicompresiva, c'e' la capacità "universale" del sentire dell'autrice. Me-ra-vi-gli-a!!!!!
  • Anonimo il 25/02/2012 10:58
    questa è davvero bella... evocativa, essenziale, superba!!!
  • alta marea il 24/02/2012 13:59
    Avevo letto questa mattina presto appena pubblicata, la rileggo adesso, devo dire, per come la vedo io, che ci vedo un altissimo contenuto erotico, ci sono alcune sfumature che mi hanno trasmesso tali sensazioni. Complimenti all'autrice per avermi fatto immaginare una scena che forse sarà durata un attimo, ma sicuramente di una intensità superiore a quello che si prova in una giornata di vita vissuta.
  • STEFANO ROSSI il 24/02/2012 12:52
    molto commovente ritengo questi tuoi versi poesia allo stato puro. Bravissima.

20 commenti:

  • Giuseppe Amato il 28/02/2012 22:31
    Quell'entrare dentro il bacio quasi fosse una bolla e descriverlo dal dentro è veramente bello. Mi lascia stupito l'efficacia forse non voluta dell'inversione strumentale delle braccia e delle gambe... che comunque rendono un bellissimo effetto. In ultimo il rientrare nella goccia, nel bacio e sentirne gli echi è formidabile
  • Ugo Mastrogiovanni il 27/02/2012 18:38
    Di difficile interpretazione questa goccia: potrebbe essere di sudore o di sudato desiderio, comunque alquanto sensuale. Quel "lui", il solo che potesse ferire fa sospettare, fa pensare anche il verso "togliere le calze dalle gambe". A parte la spiegazione del testo in se, è il caso di non trascurarne le doti liriche. Anche se su base eccitante, la Morry ha creato movimenti armonici mai volgari, un susseguirsi di un'immagine unica, fluida, viva e d'impeto. I versi, di straordinaria creatività, pur mirando a un generoso consenso amoroso, assicurano alla forma lirica la nitidezza dei toni e la freschezza degli accorgimenti stilistici.
  • Don Pompeo Mongiello il 27/02/2012 17:21
    Lo Magno di alloro il tuo capo cinge per questa tua sublime!
  • Luana D'Onghia il 27/02/2012 17:14
    Bellissima!!! E poi osano dire che tu non sia sensibile.
  • Bruno Briasco il 26/02/2012 15:44
    Una introspezione severa e profonda. Complimenti cara Mariateresa "Tutto restava e moriva nella goccia...".
  • Fabio Mancini il 26/02/2012 15:29
    Apprezzo l'eleganza dei tuoi versi ed il tuo cappello. Cos'è un Borsalino? Ciao, Fabio.
  • Salvatore Ferranti il 26/02/2012 12:08
    molto bella davvero. mi piace come scrivi.
    brava, brava
  • Anonimo il 26/02/2012 11:13
    Mi piace questa tua prospettiva femminile. Molto bella!
  • Salvatore Maucieri il 24/02/2012 20:31
    Profonda introspezione. Bella opera Mariateresa. Bravissima. Ciaoooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo
  • mariateresa morry il 24/02/2012 18:26
    Ehi ragazzi/e, grazie, vi vedo un po' partiti in quarta
  • loretta margherita citarei il 24/02/2012 16:51
    veramente notevole, sensuale, complimenti
  • Gianni Spadavecchia il 24/02/2012 15:32
    Il bacio cadde, un istante d'amore, sensazione sublime e fantastica della goccia di un bacio.
  • Alessandro il 24/02/2012 14:30
    Intima e sensuale, la goccia che diviene pioggia, l'infuriare della passione. Davvero bella
  • Andrea Pezzotta il 24/02/2012 13:04
    una goccia colorata buttata in un universo di grigio cemento.. e forse rimpiangiamo quella goccia che ora non è più sul nostro volto
  • Anonimo il 24/02/2012 11:52
    Quella goccia suona come una lacrima... Non so se di gioia o di tritezza (forse nostalgia), sta di fatto che ha commosso me...
  • mauri huis il 24/02/2012 11:14
    Ecco il cuore, la goccia, il bacio, la scintilla. E Mariateresa, finalmente!
  • senzamaninbicicletta il 24/02/2012 10:28
    molto femminile e molto poetica questa introspettiva. bella.
  • Anonimo il 24/02/2012 09:58
    Pregna di passione... Originale e raffinata nella stesura
    Bella

  • karen tognini il 24/02/2012 09:20
    Molto bella Mariateresa... Tutto restava e moriva
    nella goccia
    che poi divenne pioggia
    e scendeva smarrita.

    scrivi benissimo... brava!!!
  • Anonimo il 24/02/2012 09:03
    bellissima metafora goccia di desiderio che diviene pioggia di passione... bellissima morry

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0