accedi   |   crea nuovo account

Il rubinetto della cucina perdeva ma me ne sarei occupato il giorno dopo

E c'ero io,
e c'erano queste quattro pareti
a confermarlo,
nella stanza
seduto sul divano
ad oziare da giorni.

Tra il rumore della pioggia
che sul tetto batteva
e il ticchettio dell'orologio
che il silenzio scalfiva

decisi che era giunta l'ora
di fare qualcosa.

Mi alzai.

Imboccai il corridoio,
infilandomi nel cesso.

E mi feci la barba
e mi lavai i denti

sputai un po' di sangue
e pisciai nel lavandino

feci qualche flessione

ma il tempo sembrava non passare.

In corridoio ruppi le lancette dell'orologio

Il rubinetto della cucina perdeva
ma me ne sarei occupato il giorno dopo.

Tornai tra quelle quattro pareti
a sdraiarmi sul divano

bevendo un sorso di vino
fumando un po' d'hashish
e scrivendo questi versi

mentre la t. v trasmetteva
il solito film
e fuori continuava a piovere

ciò non potevo fermarlo
ma di questo ne ero abbastanza contento.

 

3
5 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Raffaele Arena il 25/02/2012 18:17
    Lo dicevo io che scrivi poesie. Avevo intuito la stoffa, ora si comincia a vedere il taglio, poi piano piano, come questa tua, saranno vestiti che emozioneranno. Pia-ciu-tis-si-ma!!!

5 commenti:

  • Gianni Spadavecchia il 04/03/2012 15:40
    Poesia "interessante" davvero.. Descrive una solita giornata di inverno, monotona e noiosa, in tutte le sue particolarità.
  • STEFANO ROSSI il 25/02/2012 12:01
    ahahah grazie mille a tutti.
  • mariateresa morry il 24/02/2012 19:29
    Ti nomino compositore di poesia nuda, perchè questa tale è. Va benissimo non trasmettere nessuna emozione, era solo una giornata di pioggia, no?
  • - Giama - il 24/02/2012 19:24
    grandissimo!
    tanti momenti per identificare uno stato dell'essere, tra il sonno e la coscienza, un procedere quasi ipnotico...

    bella dall'inizio alla fine e piacevolissima la lettura!

    ciao ciao
  • Anonimo il 24/02/2012 14:38
    Bravo. Insolita, ma reale. Scene di vita vissuta. ciao

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0