PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Nenie

Nella casa sul mare,
tra oleandri e gelsi elevati al cielo,
mia Madre canto' per me le nenie della vita.
Con voce melodiosa canto'
" ninna nanna piccino mio dormi!
Sogna il tesoro che possiedi nel cuore
e i riflessi della tua anima,
specchio per il tuo sguardo stupito.
Ninna nanna bambino mio dormi!
Sogna il tuo cammino di rovi e spine,
L'alba rosata e il mattino acceso
per incantarti e stupirti del significato
da dare alla tua vita.
Quando cadrai nella polvere e
Mille volte ti risolleverai!
Non voglio che ti soffra Amore mio"
Così cantava mia madre piangendo,
oltre gli scuri la sua voce si diffondeva
come struggente suono d'infanzia
verso il mare,
materia ancestrale unita al canto disperato
di pescatori intenti alla pesca
verso la burrasca imminente.

Ninna nanna picciriddu,
ninna nanna Sangu me!
Dormi, dormi fa a vovo'

 

1
0 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anna Eustacchi il 24/05/2013 14:32
    Si, è veramente struggente accorato e tenero insieme, il canto d'Amore della tua mamma per te!... tanto tanto sentita...

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0