accedi   |   crea nuovo account

Tragedie da sempre

Continue correnti
sbattono
cadaveri
sul fondo del mare.

In questo, nel prossimo
e nei secoli passati.

E il loro grido è
ingiustizia!
Ci avete ingannato!

Siete semplicemente
dei bastardi,
burattini guidati
da un grande complotto.

Oppure, più stupidamente
e miseramente
economicamente corrotti
nella vostra anima.

Chi prega la bimba
rimasta incastrata in quelle scale
mentre il capitano
anzi, il "complice"

preparava la valigia,
per esser il primo
ad andarsene
dopo aver adempiuto

come a un malefico ordine.
So che la tua amima
è agli inferi
la riconosco

perchè conosco il posto.
Nuova luce porterà pace
ovunque, nonostante tutto.
Ma tu non ne potrai goder più

per l'eterno tuo essere.

 

5
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Anonimo il 25/02/2012 20:30
    descrivi bene e con sentimento questa tragedia bravo e sensibile poeta...
  • Anonimo il 25/02/2012 20:06
    Non so perché, tu scrivi bene, mi piace, ma non avrei mai messo un argomento simile in poesia.
  • loretta margherita citarei il 25/02/2012 20:05
    bel pensiero complimenti
  • roberto caterina il 25/02/2012 18:51
    È un bellissimo pensiero per questa tragedia così vicina e così assurda..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0