accedi   |   crea nuovo account

Attendendo d'esser ispirata

Come il paziente pescatore
seduto sulla riva attende
che un pesce all'amo abbocchi,

aspetto l'ispirazione profonda
a sfiorarmi la mente e l'anima,
così che rapita, illuminata, possa
scrivere una buona poesia,

coltivando nel cuore
la speranza che sia tanto bella
da dare a chi la legge
lo stesso brivido di felicità
che in me avverto...

 

2
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • claudio meazzi il 27/02/2012 10:00
    Tu sei sempre ispirata LORETTA!
    e la tua poesia e incanto!
    Grazie!
  • mauri huis il 26/02/2012 21:03
    Questo è senza dubbio un buon sistema di aspettare l'ispirazione, il fine pure e il risultato anche.
    Complimenti, se posso!
  • Teresa Tripodi il 26/02/2012 19:07
    E già è come invocare la musa... anch'io penso le stesse cose quando chiamo il verso... ottima riflessione
  • Attanasio D'Agostino il 26/02/2012 18:25
    L'ispirazione cade sul foglio bianco sorellina, e tu, prima che te ne accorgi hai dipinto emozioni
    Un caro saluto ed un abbraccio col cuore, Lucia e Tanà.
  • lidia filippi il 26/02/2012 17:56
    Bella! È un sentire che spesso prende chi scrive: il desiderio di comporre sempre una poesia migliore, che possa emozionare! L'ispirazione arriva e ti mette in testa e nel cuore parole che poi magicamente si dispongono come note su un pentagramma! Complimenti!
  • Ada Piras il 26/02/2012 17:39
    Ma ne hei date tante di belle poesie.. e continuerai sicuramente.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0