accedi   |   crea nuovo account

I rumori dello spirito

Ho guardato me stessa in uno specchio d'acqua,
ma, ahimè!
ho visto solo la mia ombra.

Odo un gabbiano in lontananza.

Calano le ombre
della sera
e il cielo riversa il suo spirito
in minute perle.

Ascolto,
silenzio.

Il gabbiano è andato via.

Sola con me stessa,
raccolgo i cocci
sparsi nell'aria.
Ma, ahimè!
mi sfuggono.

Un frullar d'ali.

Scorgo la luna,
pallida ed esangue;
la notte è arrivata.
Oh, stelle!
Perchè siete così silenziose,
quando il mio spirito fa rumore?
Crudeli, crudeli abitanti del cielo!

Sola.

 

1
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0