PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Parole

Parole che aspettano
nelle fredde sale d'aspetto
di giorni sempre uguali

Parole sopravissute
ad una storia che arranca
inseguendo un futuro
ormai in dissolvenza
nel tempo della memoria

Parole che luccicano
come lagrime trattenute
da morbide emozioni

Parole eroiche
che scendono
in fondo al cuore
a cercare solo
risposte
prive di domande


Parole...

Solari
Rugiadose
Bizzarre
Dubbiose
Migranti
Coraggiose
Pulite. Nuove

Fedeli
Certe
Eroiche
Di parte
Forti
Confinanti. Antiche

Senza rispetto
Senza respiro
Senza rima
Senza confini
Senza etichette
Senza pudore
Senza equilibrio. Libere

Clandestine
Audaci
Proibite
Sballate
Appassionate
Ubriache
Vogliose
Sconosciute. D'amore

Scalpitanti
Come cavalli
Sulla linea
Di partenza. Mie

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

5 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Marco Ambrosini il 21/04/2012 17:48
    una poesia che definerei eretica, che spacca il perbenismo che alle volte influenza l'arte, libera la passione e i fumi della libertà.. complimenti
  • Nicola Lo Conte il 08/03/2012 11:02
    Bella... le parole sono la forza e l'energia della vita che noi trasmutiamo in materia!
  • Don Pompeo Mongiello il 06/03/2012 08:07
    Sembra uno sfogo alla libertà tanto ambita, in quanto allo stile lo trovo scorrevole e musicale, che si legge con vero piacere.
  • Anonimo il 03/03/2012 00:02
    Una poesia sulle parole non merita un semplice commento. Le parole sono importanti. Sono semplici grafemi che indicano qualcosa. Ma quel qualcosa non è la stessa cosa per tutti. Perché dietro a una parola c'è sempre una storia. La moderna semiologia ci dice che non esiste un libro, ma tanti libri quanti sono gli individui che lo leggono. La stessa parola non ha lo stesso preciso significato per ognuno di noi. Le parole non sono numeri. Le parole ci accomunano e ci dividono. E la chiusa di questa poesia lo indica con precisione. Mie. Quelle parole sono prima di tutto tue, perché nel preciso momento in cui le leggo io assumono una sfumatura leggermente diversa dalla tua, e così vale per ognuno di noi. Per questo è estremamente difficile scrivere una poesia sulle parole. Ma tu ci riesci benissimo. Aggettivandole con precisione quasi chirurgica. Dimentichi solo un aggettivo: false. Perché siamo in un mondo dove le parole vengono usate al contrario, penso, ad esempio, a "guerra di pace". Le parole sono sempre state usate dal potere per convincerci che fosse giusto qualcosa che giusto non era. Pensa alle crociate, ad esempio. Ma le tue non lo sono, perché escono dalla tua anima, e l'anima non può barare, non può mentire. Mai. Bellissima anche l'idea di impaginarla, a epigrafe, al centro, come se fossero a metà strada tra il bene e il male, senza essere né bene né male. Come se fosse un filo di fumo con intorno il nulla. Un indicazione probabilmente scelta dal gusto, ma dettata anch'essa dall'anima. Semplicemente bella (è anche questa una semplice parola, ma anch'essa esce dall'anima)
  • Raffaele Arena il 01/03/2012 01:28
    Bellissima considerazione, l'unico limite di questa poesia coraggiosa, è che per le parole ci vorrebbe un vocabolario intero di aggettivi. Ma per il coraggio che hai messo per comporla plaudo.

18 commenti:

  • salvatore maurici il 11/01/2013 16:11
    Le parole... vuote, piene si sentimenti, forti tutto possono. Bella
  • augusto villa il 25/04/2012 20:32
    Che belle... queste parole scalpitanti!!!... sono così VIVE...
    Bella, piaciuta! ----------
  • rosanna gazzaniga il 27/03/2012 20:10
    Una lirica dai versi incalzanti, parole che avvolgono come un bozzolo, un ricordo ancora presente, che scava nel profondo... Molto intensa e bella, complimenti!
  • rosanna gazzaniga il 27/03/2012 20:08
    Una lirica dai versi incalzanti, ad avvolgere come un bozzolo un ricordo, ancora presente, che scava nel profondo... Molto bella, complimenti!
  • Anonimo il 08/03/2012 17:08
    Parole che diventano poesia e che sono poesia... Parole che si fanno amare a prima vista.
  • Anonimo il 07/03/2012 08:45
    In questa tua.. ne hai messe di parole Anna Che.. che che non so perchè ma mi sembrava di essere all'ippodromo, dove le parole volano contano e non contano, e i cavalli corrono liberi, fino al traguardo per poi confondersi con le parole di un vinto e di un perdente, l'ho sentita cosi.. questa tua Anna, poi per il resto.. penso che tutte le parole per quelle che so, son tutte importanti, poi.. come in una grande corsa, stà al giocatore esprimersi al meglio, e se questo traguardo si raggiunge tutte le parole di ognuno.. si possono capire, senza confondersi in parole... Ottima!! Anna, è sempre un piacere leggerti.. Brava come sempre.. Abbraccio..

  • Anonimo il 06/03/2012 11:02
    Celato da abili versi la poesia nasconde un amore passionale e però lo esalta, forse solo come ricordo( ma posso sbagliare) mediante l'uso della parola scritta, bagaglio personale ed originale della poetessa.
    Un modo di fare poesia assai originale, personale, inimitabile. saluti e complimenti.
  • Gianni Spadavecchia il 02/03/2012 17:43
    Tue parole, di diverse qualità.. Buona poesia!
  • Anonimo il 02/03/2012 09:21
    L'ho riletta... mi piace... mi piace!
  • Fabio Mancini il 01/03/2012 23:29
    Perché non titolarla: Le mie parole? Avresti creato un'antifona con la chiusa. A parte questo rilievo, devo dire molto originale. Sembrano due poesie in una. Morbida e sensuale la penultima strofa, stupenda e meravigliosa l'ultima. Originale è anche l'aver creato tante aggettivazioni con una doppia alla fine di ogni gruppo. Si comprende che non ami il conformismo ed apprezzi la fantasia, l'originalità e lo stile. E tu hai una distinta personalità che si gradisce per nitidezza e trasparenza (e poi non scrivi tanto per scrivere, ma solo quando qualcosa ti ispira). Brava senz'altro! Un bacio gentile, Fabio.
  • mauri huis il 01/03/2012 23:24
    Bella, mi piace questo tuo stile così... dannunziano. Te l'ho già detto? bè, te lo ripeto. Brava
  • Don Pompeo Mongiello il 01/03/2012 18:31
    Un plauso sincero per questa tua eccezionale!
  • Anonimo il 29/02/2012 22:32
    Possono essere parole che hanno soltanto un suono, ma mancano di concretezza Però possono anche essere parole che costruiscono, che aiutano, che comprendono, che danno coraggio, che stimolano i nostri sensi... sono parole umane che sta a noi riempirle di significati veri e profondi da trasmettere anche per gli altri.
    Bravissima Anna!
  • Anonimo il 29/02/2012 20:25
    Bravissima, sono parole espressione della propria umanità! Mi è piaciuta molto.
  • - Giama - il 29/02/2012 18:48
    grande poesia per il suo costrutto: un lieve preludio, la preparazione, poi lo scalpitio delle parole e i versi fremono, proprio come cavalli quasi indomiti, per istinto, alla partenza!
    bravissima anna!
    ciao ciao
  • loretta margherita citarei il 29/02/2012 16:56
    molto apprezzata complimenti
  • Anonimo il 29/02/2012 12:04
    parole che aspettano, che sopravvivono, parole libere a volte audaci scalpitanti come cavalli... parole che vorrebbero essere dette... semplicemente meravigliosa anna complimenti
  • Elisabetta Fabrini il 29/02/2012 12:01
    Bellissime, sempre... le tue parole!
    Brava Anna!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0