username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Sento vivere

Le immagini si proiettano in questa notte e
si annunciano con bagliori ad intermittenza
sarà presunzione,
ma odo una musica che ritma il cuore
che,
cacciando la malinconia
accompagna questa mia nuova esistenza.
Se fossi il mare mi imbroncerei
e non restituirei alla battigie
relitti antichi che sovrastavano il nuovo essere,
perché tacere!,
ho tanto da dire e
l'arrivo della primavera
piena di cinguettii
mi rincuorano l'anima
cancellando il nero inverno.

 

2
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Grazia Denaro il 06/03/2012 23:01
    Molto bella, specialmente nella chiusa che è molto positiva, apprezzata!
  • - Giama - il 29/02/2012 23:00
    l'essere si riconosce attraverso l'immagine che la vita proietta sullo schermo nero delle notti d'inverno, più l'immagine è luminosa, minore sarà l'oscurità attorno...
    il sottofondo musicale non è altro che un'intima melodia, quella che detta i tempi dell'esistenza...
    e le stagioni si susseguono in questo eterno movimento,
    di maree e di onde...

    divagando, mi sono goduto questa piacevolissima poesia!
    complimenti
  • giusi delgais il 29/02/2012 21:16
    Bella, l'attesa della primavera, la speranza per un futuro migliore!
  • loretta margherita citarei il 29/02/2012 19:40
    piacevole complimenti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0