username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

I segreti del barbiere

Si sieda,
i suoi capelli profumano di storia,
di viaggi che desiderano frantumare,
i confini dispettosi della memoria;
il mio acconciare,
è anche scienza di saper ascoltare,
non intrisa di libri forbiti,
ma di una semplice,
sudata licenza elementare;
signor mio, mio padre con le sue mani fiere,
l'onore mi trasmise del barbiere,
sapesse quante storie ho conosciuto,
lavorando su ogni cuoio capelluto;
in niun conto tengo il pettegolezzo,
mi insegnò mia madre
bambino che ancora ero,
a considerarlo un inutil passatempo,
dal nauseabondo lezzo;
da altrui labbra, dalle mie mai,
conoscerà la storia d'un paese e dei suoi guai,
anche se di descriverla
ho perenne tentazione;
ma che mi vale far sapere,
che il curato che dal pulpito parla di castità,
si vede con una donna tre volte al mese,
per non farsi scorgere, in totale oscurità;
al più parlarle potrò
con le lacrime che bagnano i miei rasoi,
del ragazzo morto in un incidente in moto,
il cui sorriso invadeva il mio negozio,
quando i capelli gli rapavo a zero,
come egli intendeva
dover essere un uomo vero;
mi creda, signor mio,
non è l'essere che conta,
ma il nascere barbiere,
sentirlo come intensa missione,
non come banale mestiere,
la mia bottega aveva e ha possenti mura
da contenerci tutta le felicità
e tutta la paura;
i capelli ho abbigliato
a generazioni e generazioni,
a severità di padri
e scalpitare di gioventù di figli,
e imparai che le parole,
non sono sempre verità,
ma a volte sanno essere anche nascondigli;
i capelli che lei ora vede
concedersi al pavimento,

12

3
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Ivano Boceda il 01/03/2012 13:03
    Magmatica e zeppa di spunti e riferimenti: poesia splendida, sono d'accordo con Giama, e non ci sono altre parole.
  • - Giama - il 29/02/2012 23:44
    splendida, hai detto tutto e di più e molto meglio di quanto io possa esprimere nel mio commento.
    tratti veri, a volte ironici, a volte velati di una leggera commozione...

    ribadisco splendida poesia!

    ciao ciao

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0