PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

I due alberi

Cammino nel vialetto solitario
ed ecco laggiù il verde appare.
Avanzo e, pur tra tanta gloria,
incontro albero brullo,
inaridito, accartocciato.
Perplessa mi fermo,
lo accarezzo attenta
e improvviso sussulto
mi percuote.
Sotto ruvida scorza
freme nuova gemma.
Ma l’albero di mia vita
avrà fioritura nuova di speranza?
Ora ala di vento
sfiora il mio viso.
Respiro aria di luce.
Ti invoco, o Dio,
sicuro faro al porto di mia vita.

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Aldo il 03/06/2014 19:15
    con Dio o senzaDio, il tuo cuore brulica di speranza. Cogli gemme perfino nella ruvida quotidianità (la scorza dell'albero) . Perciò, sì, se ci credi, hai Dio con te
  • sara rota il 28/06/2007 13:48
    La rinascita di un albero dopo ilfreddo inverno, la rinascita della gioia sentendo la sua sotto la dura corteccia...
  • mariella mulas il 27/06/2007 18:10
    Molto, molto bella.. Si percepisce la tua ansia nascosta forse ma esistente. Abbi fiducia.
  • SILVANO DOLCI il 13/06/2007 13:32
    Ogni giorno si alza il sole pieno di luce e di speranza.
  • roberto mestrone il 13/06/2007 10:27
    Immagini di speranza colte nel sentiero del nostro tramonto.
    E sorge spontanea l'invocazione a Dio.
    Brava!
    Ro

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0