accedi   |   crea nuovo account

Legittima difesa

Bastarda.
Ogni volta mi illudo di essermi liberato per sempre di te,
lurida baldracca,
e invece ti ritrovo sempre a girarmi intorno.
Non hai rispetto per niente e per nessuno.
Sparisci per un po', poi ricompari, ma ti nascondi,
fai il tuo solito gioco del "vedo/non vedo",
con la tua pelle bianchissima che ogni volta mi fa sobbalzare il cuore in gola.
Hai pure la sfrontatezza di presentarti con sempre nuovi figli,
schifosi come te.
Riesci a celarti dietro le cose che più amo, per sporcarle,
per soffocarle fino a farle morire.
Un tempo non ti conoscevo ancora bene,
ti lasciavo girare impunemente.
Potevi così lasciare le tue tracce ovunque.
Il bello, il puro, erano le tue prime vittime.
A nulla serviva scacciarti, questione di giorni e prontamente tornavi,
più sfacciata di prima e ancora più perniciosa.
Adesso basta!
Prova a ricomparire una sola volta e ti schiaccerò.
Non avrò pietà né per te né per i tuoi figli.
Non una sola goccia di sangue
dovrà restare nei vostri corpi osceni.
Solo come cadaveri
avrete una possibilità di salvezza nel grande ciclo della vita.
Ma la tua malvagità non si arrenderà alla morte, lo so.
Tornerai sotto altre sembianze, ma io ti riconoscerò,
e ancora una volta ti annienterò, bastarda.

 

l'autore PIERO ha riportato queste note sull'opera

L'oggetto dei miei strali, naturalmente, non è una donna (anche se mi farebbe piacere se qualcuno ci fosse cascato).
È un insetto emittero, la cocciniglia, che infesta le mie piante più belle.


un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

20 commenti:

  • Anonimo il 17/10/2012 13:58
    Interessante analogia tendente a creare una ragionevole confuzione tra persona ed insetto. Linguaggio appropriato e corretto.
  • PIERO il 19/09/2012 07:04
    Azzeccatissimo, Anna, il tuo commento.
  • Anonimo il 17/09/2012 17:47
    mi piace tanto, è molto... sanguigna, piena di realistico veleno...
    ciao!
  • PIERO il 05/09/2012 07:38
    Grazie per il suggerimento. L'aglio non funziona. Proverò con il ginko, sempre che possa crescere in vaso.
  • augusto villa il 29/08/2012 19:50
    Bella!... ahahahah... Mi pare di vederti in giardino con il flick... ahahah... Eh beh... se la tua passione son le piante... capisco la tua rabbia...
    Dicono che l'aglio, interrato vicino alle radici della pianta, tenga lontano quel parassita... Ma l'ho solo sentito dire... Non ci ho mai provato... Un'altra idea... potrebbe tenere nei paraggi pianta o foglie di ginko biloba... È una pianta preistorica... e il fatto che sia arrivata ai nostri giorni sia dovuto alle sue proprietà antiparassitarie... Va bene anche contro gli acari della polvere... in libreria qualche foglia fra i libri funziona!... Questo l'ho provato, sono allergico agli acari della polvere... Ciao!!!
  • vincent corbo il 24/07/2012 07:37
    Io credo sia la menzogna...
  • stella nera il 29/03/2012 16:54
    hahaha, divertente ma vera...
  • PIERO il 07/03/2012 11:27
    Hai ragione, Bianca, terminare con "bastarda di una cocciniglia" era perfetto, ma mi piaceva l'idea di lasciare interdetto il lettore fino all'ultimo.
    Un po' bastardo anch'io, vero?
    Contento che abbia funzionato il depistaggio della pelle bianchissima: in effetti l'insetto, scuro sul ventre, ha un dorso bianco latte.
  • Bianca Moretti il 07/03/2012 08:35
    Ti sembrerà strano ma dopo i primi tre versi non pensavo affatto ad una donna quanto piuttosto ad una mosca o una zanzara ma "quella pelle bianchissima" mi ha depistata. Grazie alla nota ho scoperto di quale insetto di trattava, anche se ero convinta che avresti terminato con l'imprecazione..."Bastarda di una cocciniglia!" che avrebbe svelato il bersaglio del tuo odio lasciando al contempo il lettore divertito e sorpreso. Comunque l'idea è comunque davvero carina e spassosa.
  • Gianni Spadavecchia il 04/03/2012 17:59
    Inizialmente c'ero cascato xD Allora è proprio Odio Intensissima!
  • mauri huis il 03/03/2012 19:13
    Ahi Piero, non so se basterà per bloccare la procedura di rappresaglia nei tuoi confronti, capace invece che ti procuri altre grane con il movimento di liberazione femminile. Dai retta a me, non peggiorare ulteriormente la tua già precaria situazione
    e comincia a scrivere, che è meglio! Mettiti nei panni del meraviglioso e miracoloso organismo vivente che sarà meglio tu smetta di chiamare "lurido insetto" e inventati una bella storia!
  • PIERO il 03/03/2012 18:51
    Beh, Mauri, potrei sempre difendermi dicendo che la cocciniglia non c'entra niente, l'ho usata come alibi e voi ci siete cascati tutti, in realtà la colpevole è la mia fedifraga fidanzata - dalla pelle bianchissima, come il lurido insetto...
  • mauri huis il 03/03/2012 18:37
    Il racconto è truculento e specista, anzi regnista. Ti avverto che ti ho denunciato agli animalisti e l'unica speranza che hai è quella di scrivere subito un racconto in cui quel povero insetto si prenda la rivincita, ovviamente con gli interessi, contro lo spietato assassino in realtà sei, contro le tristi gesta che hai finora perpetrato ai suoi danni, e contro la tua esecrabile abitudine di vantartene pure. Hai quindici giorni di tempo.
  • mariateresa morry il 03/03/2012 00:20
    Ahhhhm, dico bene Piero...è contro un terribile insetto mangiatutto degli orti... poesia proprio non direi, ma una tipica invettiva sì... certo che il verso " ti lasciavo girare impunemente" è segno che eri ancora un ingenuotto in materia!!
  • stella luce il 02/03/2012 23:57
    ops letto male l'insetto... ah mi pareva la dolce coccinella che male fa... ma adesso vado a vedere questo insetto di cui parli non lo conosco, ma anche lui di certo ha il suo scopo... oh no!!!
  • stella luce il 02/03/2012 23:56
    stupenda... ma dai anche le coccinelle hanno il loro scopo nella vita... però anche dedicata ad altro non sta male...
  • Anonimo il 02/03/2012 21:25
    Domando scusa... solo ora ho letto la tua nota. Come ti capisco... sono sì bastarde!
    Cogliendone il senso vero, mi piace ancor di più.
  • PIERO il 02/03/2012 21:16
    Grazie Paola e Mara per avermi letto.
    A voi come a quant'altri poeti/esse avessero la bontà di leggermi, dico che questa non è una poesia. Scrivo solo prosa, la poesia non è nelle mie corde. Avevo cercato di pubblicarla come racconto, ma il sito la rifiutava. Tutto qui. Nessuna metafora, nessun volo pindarico. Terra terra.
  • Mara il 02/03/2012 17:32
    Bella Piero! Penso a cos'altro può essere dedicata la tua poesia. Cosa può distruggere, sporcare e soffocare l'animo umano. Sarà che a me piacciono le metafore. Una metafora ispirata dalla cocciniglia...
  • Anonimo il 02/03/2012 09:35
    Ammazz... che sfogo! Prova con l'indifferenza... se ce la fai, è l'arma migliore. Facile a dirlo lo so, ma l'odio e la rabbia, nuociono nell'animo a entrambi.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0