username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Per te donna mia

Tinimmuci accussì
a coru a coru,
dintu a sta scurità,
nu vegu l'uocchi tua
ca na lacrema
sa lasciatu scennere,
ma la tengu dintu
a sta manu,
calla e roce
comma na stella;
nu vegu la vocca tua
vermiglia,
ma su la mia
posata s'è
palpitante 'e ammore;
tinimuci accussì
a coru a coru
e chianu chianu
girammu tuornu turnu
a tuttu u munnu,
e ma rispiaci
per chi nun sa ca
l'ammore è chistu ca.

 

3
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Gianni Spadavecchia il 04/03/2012 13:25
    L'amore è questo qua! Cuore a cuore! Molto bella dolce e scritta bene! Piaciuta molto anche perchè mi ha divertito leggerla.
  • Anonimo il 03/03/2012 21:21
    bella bella Don poesia piena d'amore... bravo...
  • loretta margherita citarei il 03/03/2012 21:19
    tu si me vulissi da anema e core, mi ha fatto pensare a questa canzone, anema e core, bravo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0