accedi   |   crea nuovo account

Le verità supposte

Se l'unica certezza
è quella di non sapere
allora faccio ricchezza
del lungo mio tacere

e dell'aspra ostinazione
d'ignorare la domanda
la grande, unica questione
che la vita ci comanda

in questo giro d'alternanze
dove a vita segue morte
ci buttiamo sulle speranze
o contiamo sulla sorte

ignoriamo la scaltrezza
oppure l'abbracciamo
per aver la sicurezza
recitando: eravamo e siamo?

Davvero io non vo' cercando
le domande e le risposte
l'esigenza nasce contando
su troppe verità supposte.

 

4
5 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • mariateresa morry il 04/03/2012 13:02
    Laprima cosa che appare al lettore è l'abilità di Dantes nel verseggiare con rime alternate, in un linguaggio impeccabile. Il testo è fortemente filosofico, partendo da un pensiero socratico di cui oggi il mondo ha dimenticato la potenza ( oggi TUTTI SANNO... presuntuosamente! L'opinione personale è la nuova dea!). L'autore dice di non porsi più domande nè risposte ma non per rinuncia, ma perchè occorre prendere le distanze dalle false verità, dai falsi problemi. Poesia bella e matura.

5 commenti:

  • Anonimo il 06/03/2012 11:05
    Per ambire alla conoscenza bisogna essere consci della propria ignoranza. Ma la consapevolezza di tale stato impone la volontà di esplorare, di scandagliare a fondo. Troppi si presentano con le loro supposizioni, tronfi del loro pensiero, che poi è un non pensiero, al massimo preso a prestito da altri. Da qui la mia riluttanza.
    Grazie per i vostri commenti
  • mauri huis il 06/03/2012 07:44
    Io la metto tra i preferiti, condividendo tutto, anche il modo in cui l'hai scritta. Occhio, però, questo è agosticismo puro, motivato e circostanziato perfettamente. Complimenti!
  • loretta margherita citarei il 04/03/2012 17:38
    ottimo verseggiare complimenti
  • Anonimo il 04/03/2012 15:33
    grazie mory... mi hai preceduto io mi limito a dire bravo a questo poeta, mai banale e sempre prreparato... complimenti edmond...
  • Ellebi il 04/03/2012 13:03
    Io so davvero poco di poesia, e non ne leggo molta, ma di questa mi piace il suono e il ritmo. Saluti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0