accedi   |   crea nuovo account

Rosa

Rosa,
Scolpita con mano
Di color naturale,
Nello sbocciar
Troppo presto
recisa
Dal gambo terreno...
Odori e sapori soppressi
In un lasso di tempo
troppo leggero;
Che mai, che poi,
Una Rosa recisa,
Recisa dal gambo
Ma non dall'eterno del cuor
Ove l'ombra ha il suo nido
e posa
Ogni memoria lontana
Ma troppo vicina
Ch'è vana
Ma unica vita
Tra luoghi e sensi vivi,
Tra grida e consensi
Smarriti nel soffio del tempo
Reso immobile a quell'attimo,
Che pur trapassa
Negli eventi di ognuno;
Eppur vivi,
Respiri, ancora, in ogni cosa
Ma ora riposa
Oh dolce e tenera Rosa... Riposa..

 

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti: