PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Weather man?

E all’improvviso ti ritrovi al via
Dove tutto comincia e ogni cosa finisce

Forse è solo un gioco questo mondo reale
Eppur c’è vita dopo la sconfitta
La mano tesa ad afferrare sogni
Desideri così lontani
Che ancora sanno illuminare il nostro cuore

Vita morte sorriso arcobaleno
Tanta ignota bellezza ed emozioni intense
Mentre scivola il tempo
Divorato al fast food del presente
Dove altro non rimane che lavorare
e tralasciare quei brandelli di se, ingannevoli spie
a rivelar quell’anima che abbiamo, gelosamente nostra
per sempre nostra e sconosciuta

Sarà colpa loro, oscuri Illuminati,
eppur troppo spesso vorrei clonare me stesso
un altro me a ripartir dal via,
a sbrogliare quei fardelli
che non voglio sopportare,
un altro ancora al pedalare ciclico
del presente sempre uguale

Ma c’è dell’altro, lo so,
un altro giro ancora
e sarò più vicino o per sempre lontano
da tutto ciò che amo

 

0
3 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Ferdinando il 11/10/2016 09:58
    apprezzata... complimeni.

3 commenti:

  • augusto villa il 10/09/2007 15:51
    Bravo, veramente bravo!
    Ciao!
  • carmela arpino il 17/06/2007 17:00
    "per sempre nostra e sconosciuta"... frase bellissima! le anime sono tutte uniche e preziose ma come si assomigliano, infondo! non so però se ho capito bene la tua poesia... chi sono gli oscuri illuminati? p. s. grazie per il tuo commento... apprezzo particolarmente quelli franchi e spassionati. ciao.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0