accedi   |   crea nuovo account

Al passo del

Il tempo gestisce la sua forza sulle ore,
l'uomo gestisce la sua vita adattandosi.
Quando il sempre e il mai
sono la soluzione,
è autolesionismo,
l'arte dell'autocommiserazione.
Folle corsa selvaggia di un animale,
che minacciato scappa dalle fiamme,
negli occhi leggerai il suo terrore,
ha visto il mostro e cerca soluzione.
Al passo del troppo tardi
rimane cenere dissolta,
non c'è spazio per la polvere,
quella sporca.

 

5
5 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • senzamaninbicicletta il 06/03/2012 10:35
    eccezionale, stupenda, pervasiva... una poesia di alto livello, una riflessione poetica che lascia a bocca aperta per il significato e per le sensazioni che trtasmette. otttima applauso
  • Alessandro il 06/03/2012 00:08
    La corsa dell'uomo come animale terrorizzato dallo scorrere del tempo. A volte, approda a vicoli ciechi. Altre ancora, si ferma ed è perduto. Davvero bella

5 commenti:

  • mauri huis il 10/03/2012 17:17
    Ah, però! Questa è mica robina. Anzi, è un vero e proprio dito nella piaga che però fa bene. Tanto la piaga è quella degli altri. Complimenti LW, molto acuta!
  • Gianni Spadavecchia il 06/03/2012 15:07
    Poesia molto razionale che offre una visione diversa dal solito. La parte più vera e peggio accettata. Autolesionismo dichiarare un "sempre" o un "mai".
  • Anna Rossi il 06/03/2012 11:27
    testo molto significatico. grandi concetti. magnificamente espressi.
  • Anonimo il 06/03/2012 06:48
    Argomento molto serio da trattare in un forum. Anche qualche pensiero ermetico, da scardinare, come quella bella chiusa. saluti.
  • - Giama - il 05/03/2012 23:50
    splendida!
    la seconda parte mi ha particolarmente colpito!
    bravissima Teresa!

    ciao ciao

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0