username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Quel bacio rubato

Avrei voluto
stringerti sui fianchi fino a farti male
per sentir battere le tue vene
e palpitare il cuore

Avrei voluto
portar via l'indifferenza
che tu difendi con quei nervi a fior di pelle
come i muscoli di una cavalla in fuga

Ma solo ti ho rubato un bacio
vieni a riprenderlo se vuoi.

 

6
4 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Alessandro il 07/03/2012 00:22
    Un momento d'impeto, un bacio rubato, come un ariete per sfondare quella sua indifferenza, bramando di più. Il dado è stato lanciato, a lei la prossima mossa. Davvero bella
  • Ivano Boceda il 07/03/2012 00:03
    La seconda strofa è splendida: "avrei voluto portar via l'indifferenza [...] con quei nervi a fior di pelle come i muscoli di una cavalla in fuga". Nel complesso si sente un sapore vagamente prevertiano.

4 commenti:

  • iogiro il 29/09/2012 15:05
    Versi prepotenti e forti come la donna a cui sono dedicati, vien da pensare.
  • augusta il 02/09/2012 10:49
    sono capitata per caso su questa tua... la trovo bellissima...
  • Vincenzo Capitanucci il 07/03/2012 05:51
    Bellissima Giorgio... un risveglio di Passione e d'Amore... se torna a riprenderlo.. hai vinto l'indifferenza..
  • Anonimo il 06/03/2012 23:01
    Strafottente e ironico proprio come piace a me!!! Bravo!!!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0