username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Quando vedrò la Morte!

Non ci sarà mare per me
ne il volto di chi amo,
ne le tenere foglie d'Aprile.
Verra' la Morte e mi chiamerà,
con voce metallica mi parlerà di dolore
e solitudine e nulla mi mostrerà
perché io comprenda l'ignoto.
Non ci sarà il viaggio di ogni giorno
per me che rincorro l'attimo
ne la rinascita che sogno da sempre
ne l'aria e il vento che respiro,
Verra' la Morte e mi cullerà
nel suo seno misericordioso,
con sguardo acceso di spine,
mi guarderà negli occhi,
raccontandomi le nostalgie
e i sopiti ricordi.

 

3
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • claudio meazzi il 14/03/2012 19:48
    Grazie Vilma!
  • Vilma il 14/03/2012 19:32
    Molta malinconia i questi versi che trovo stupendi
    Complimenti
  • loretta margherita citarei il 10/03/2012 16:43
    molto bella ed intensa, anche se melanconica, bisogna pensare a vivere non a morire

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0